Lamento der poveta | Poesia | enio orsuni | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giorgio moio
  • Giuseppe54
  • Giuseppe Rongaudio
  • Gabri
  • Ignu

Lamento der poveta

 
Me piacerebbe de tornà chi ero,
quanno scrivevo cose più leggere;
quanno spaziava libero er pensiero
scrivevo cose allegre che è un piacere.
 
Da quanno me so’ messo a fa’ poesia
e so’ sceso a ‘sto brutto compromesso,
m’è scesa in còre ‘na malinconia
che nun m’ha più lassato fino a adesso.
 
Chissà se tornerò com’ero prima
e facevo ogni còre più contento?
Pure si so’ padrone de la rima
nun me da sfogo manco ‘sto lamento.
 
Le idee nun so’ più quelle de ‘na vorta,
ormai ha cambiato senso quer che scrivo,
pe’ quelli scherzi la mia vena è morta
ma c’è speranza, io so’ ancora vivo.
 
Sarà solo questione de pazienza,
pure se adesso ciò la vena a lutto.
Io spero che nun sia morta der tutto
E se torna je fò la riverenza.
 
Dateme tempo, prima o poi riviene
statene certi, io ve lo prometto.
E mentre aspetto quanto sopra ho detto
armeno spero che ritorni bene.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 3135 visitatori collegati.