Non c'ero ancora | Poesia | erremmeccì | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppe riccar...
  • Ardoval
  • Laura Lapietra
  • Agatha
  • Giovanni Rossato

Non c'ero ancora

Fiori sfatti sul marciapiede
                       tardivo ricamo d’estate
     dono violetto di alberelli
                             comunali
(tenerezza e pena … la fragilità
non vorrei calpestare di petali
segnati già dalla fine)
 
Qui, di fronte alla chiesa
in un tempo lontano
[non c’ero io
ancora
in quel tempo]
lei muoveva i suoi passi,
rideva e giocava al vento
dei suoi piccoli anni,
i primi fragili sogni nutriva,
fiera affrontava le lotte
del vivere
 
colpo su colpo
sorriso dietro sorriso
-e ardore di lacrime-
mia madre diventava
per sempre.
 
(In memoria di mia madre)

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1597 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Albatros