Come le viole, amore | Poesia | Ezio Falcomer | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Come le viole, amore

Come le viole, amore, 
che mi doni abissali silenzi
dal tuo cielo di nebbia e chiaroscuri.
Come le primule, fugaci
e intossicate d'ignoranza,
tu non sai di me,
della mia fulgida senescenza
che sa di cibo avanzato e urina stantia.
Altro tempo ci soffoca e ci rende ignoranti
dei nostri sogni, di noi.
Una gara del dimenticare
in un'epoca ormai avara di carnalità.
Altro e diverso tempo ci consuma e ci avvizzisce. 
Altra avventura ancora
ci lega o forse no.
Forse c'è solo biologia
infarcita di neuroni qua e là.
C'è solo il desiderio
nel suo esserci o mancare,
nei deliri che imbastisce.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 3289 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Raggiodiluna