Fratello becco e sorella cruna | Poesia | Ezio Falcomer | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Fratello becco e sorella cruna

Fratello becco e sorella cruna,
dal mondo siam passati senza nessuna
traccia lasciar (a parte una macchia
di sugo sulla canottiera) o vacca
accompagnar di là dalla frontiera.
 
Sulle due rive il fronte si snodava.
C'era chi tifava per la penicillina,
chi invece per affidare tutto
alla preghiera.
 
E sul far della sera il volto della luna
s'ibridava con la nuvolaglia.
E i tantrici versi della cornacchia
s'incrociavano con i singulti 
della corriera.
 
Fratello becco e sorella cruna,
in che mondo siam nati.
A fare che cosa dico io?
Noi, pazzi e avvinazzati,
infingardi e immaginosi.
Meritavamo, nella città di Dite,
chiusi nella fossa, sgranocchiar
lucertole e pasteggiar con Calvadossa.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2107 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.