Altra poesia sul mio viaggio | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Altra poesia sul mio viaggio

Ho viaggiato all'inferno
senza sapere chi ero,
ma sapendo dov'ero.
L'inferno è un posto accogliente,
fatto di cose graziose,
di persone barbute e gobbe,
di letti cui adagiarsi,
di staticità.
L'inferno è un luogo dove ci si ferma
e ci si guarda in faccia,
è una grande sabbia mobile
che ti risucchia
verso le radici del tuo malessere,
è questo il magma fluido
che sta dentro le viscere della Terra.
Io con l'inferno ci faccio i conti ogni giorno,
stacco i truccioli dal suo pavimento arboreo
e costruisco lentamente la grande Arca della Speranza,
per navigare, un giorno,
questo possente mare
di pece e poesia
e
trovare
un equilibrio finale.
Per sempre.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2583 visitatori collegati.