Canto dell'autodistruzione | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia
  • dante bellanima

Canto dell'autodistruzione

Sto costruendomi la morte
a passetti brevi,
con ansia patogena,
corroborante zelo.
Per me ogni accenno del pomeriggio
è un attacco dinamitardo
di un fondamentalista folle,
che offre ogni grano della sua pazzia
per portare modifiche insanabili
al mio corpo che deborda.
Ci vuole metodo
per distruggersi istrionicamente,
come fossi un giullare medioevale
un Massimo Ranieri della poesia colloquiale.
Perché vivere in quest’assurdo,
il questa cieca follia che adopera
strumenti di tortura.
Io mi distruggo, con il terrore sottopelle,
senza gridare a nessun vessillo
la mia condanna..

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2490 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Salvatore Pintus
  • gatto
  • ferry
  • Bowil