depressione post-farmaco | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

depressione post-farmaco

Morte, come ti vedo azzurra
negli intonaci crollare,
e la mia bocca che abbozza un canto
mentre Gennaio permette,
tornando sempre, sempre ritornando,
lacrime,
la fine di tutto.
non è un'Apocalisse questo 
andare avanti regredendo?
e nel futuro
trovare 
l'assenza del bambino in punizione
e nella resa
il pianto trasformare
in quell'intonaco, azzurro, il mio tormento.
Morte, quel tuo bianco orrore
nei miei occhi
è come il vuoto dell'asilo
quando astratto camminavo
nei misteri di pongo,
e oltre il mio pensiero
l'inferriata sanciva 
dello spazio
i tabù e le foglie verdi.
vorrei macchiarmi i pantaloni con del vino,
riscrivere la storia dall'inizio,
ma tutto sta finendo,
finisce tutto, sempre, adesso. 
e allora sia la quiete,
il riso dall'elettroshock procurato, 
in quello spernacchiare dei bambini
che non hanno
sogni.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2227 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Carlo Gabbi