Febbraio 2018 | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...

Febbraio 2018

Febbraio 2018 venuto qui per capriccio del Tempo
ora la comunità puzza di limone
e una ragazza mezza tarda mi viene dietro come una sanguisuga
e io la bacio, come baciassi una bambola di porcellana
senza amore, con forze residue e sentimenti ottusi.
Sono vivo e il serenase mi scende per la gola come un avvertimento,
-marcirai- mi dice, ma io non ci bado, fantastica testa di cazzo, io.
E poi ci sono i maya, l'impero del sole, i selvaggi di tutte le epoche
e cani bastardi con la faccia da uomini.
Febbraio è monotono come un apriscatole o una danzatrice moderna
e io sono molto triste adesso, così triste da non piangere,
ricordi di Londra Parig Barcellona Atene m'inseguono,
ricordi d'Amandine e Jessica, tutto finito tutto morto,
l'ebrezza le feste andate, seguo me stesso in quest'altro capitolo
sto scrivendo Medea e io sono Medea e io sono i suoi figli.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 1169 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Gigigi
  • luccardin