Il blues dell'abituale | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Il blues dell'abituale

La mia ordinarietà, alle volte,
è così consueta. Subissato di abitudini
che un tempo furono accenni di rivoluzione,
io girovago della sofferenza, me ne vado
a zonzo portandomi dietro questo peso così assurdo
dell’abituale.
Sono stato una pietra focaia, ora che
il fuoco è una tremula candela, la mia vita
non corre più, ma si limita a fluire,
lenta, lentissima, in riproposizione di gesti,
in consuetudini stanche e ottundenti.
Vorrei sopraffare la mia natura di anawim
ed essere io il protagonista,
riplasmare la creta del mio essere
e fuggire dentro di me nel viaggio.
Ma l’orizzonte è lontano, la noia
mi ascrive al libro deli falliti.
Ho perso ancora una volta
e scrivo per ricordarmelo.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1687 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.