mia madre | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

mia madre

mia madre va al cimitero quando non lavora,
il sabato o la domenica. sale i gradini per
cambiare i fiori secchi. ora mio padre non
può andare più a fare cose al posto di mia madre.
credo che preferirebbe cambiarsi i fiori da solo.
mia madre lo fa volentieri, per lui e per sé.
credo proprio sia un pezzo di mio padre
a tfarla stare qui, da sola.
 
 
*
 
non ho mai creduto alle storie di fantasmi,
ora, però, ci credo. è successo da quando
ho perso mio padre, e me lo sento dentro,
molte volte durante la giornata. lui, però,
dev'essere un fantasma buono, che non
vuole disturbare, perché da allora, da
quando è morto, lo rivedo solo in certe
battute che ci scambiamo io e mio fratello.
 
*
 
mio padre era un uomo molto riservato,
che parlava poco, ma che sapeva anche
incanzzarsi. negli ultimi anni, me lo ricordo
poche volte veramente incazzato. forse
si era arreso, ma non era un vinto; i vinti
non muoiono con la dignità con cui è
morto lui.
 
*
 
era un cavallo di razza. mio padre
ci monta sopra a torso nudo,
con un fisico e un'espressione
alla Al Pacino ne 'Il Padrino'.
la foto deve essere degli anni '70.
era un uomo dai desideri semplici,
ora è il ricordo di un uomo e non
ha più desideri. anche Shakespeare
si chiedeva se alla vita è preferibile
la morte. mio padre forse adesso
ha la risposta. io non ce l'ho.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2488 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • ferdinandocelinio
  • taglioavvenuto
  • Aug94
  • luisa tonelli
  • Antonio.T.