a mio padre | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

a mio padre

da quando la tua anima
ha raggiunto mete incorporee e definitive,
vi è nel mio indefinito vagare
una velatura di nero.
 
essa mi incolla addosso come un mastice antico
la tua presenza nel ricordo,
quanto mai presenza
che tutto lega e tutto disfa,
nella speranza
di un altrove, che dia l'origine e la fine
all'incespicare del passo.
 
perché Tu,
hai saziato, per minuti, per ore e per giorni
questo mio acerbo cuore
che scegliendosi appena gentile e generoso
con gli altri, s'e tramutato
come fosse uno stregone medioevale,
dai capelli lunghi e dagli occhi neri e furiosi
di fuoco denso di misticismo,
in una piuma he ha paura di cadere.
 
la tua assenza mi è stata assai gravosa
e oggi cerco, nel ripostiglio del cuore,
un varco dove la nostra luce confluisca.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2760 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Rinaldo Ambrosia
  • Marina Oddone
  • Bowil
  • taglioavvenuto
  • Eleonora Callegari
  • live4free
  • Aug94