Quest'anno l'estate non comincerà | Poesia | ferdinandocelinio | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Laura Archini
  • Artemisia
  • Filo Bacco
  • Marco Galvagni
  • Giuseppina Di Noia

Quest'anno l'estate non comincerà

Quest’anno l’estate non comincerà,
lo so, non mi prendo in giro.
Perché gli insetti sono malevoli adesso
e hai visto quanto nevica a primavera.
Ma no, forse tu non lo puoi vedere,
forse tu hai solo occhi per dove si spogliano gli angeli,
e io sono come rapito da una strana felicità,
 se penso alla tua seria calma attuale,
se penso che  il luogo che ci è dato è solo
transito di spine, maremma di sangue,
e forse questo entrare ancora nella vita,
questo esserci, fare, subire,
è una pura frivolezza, un pensiero sussurrato
che come smetti comincia la danza.
 
 
*
 
 
Penso al tuo corpo. Forse so.
I chiaro-scuri della pelle
che vive le scorie di una vita a sé
adagiata nella penombra della stanza.
Penso di te alla lingua,
come fosse un animale preistorico
che caccia sla selvaggina
con l’unico intento di uccidere,
come fosse musica,
mentre mi solletica l’orecchio, di notte.
Quanto gli occhi, i seni, le cosce,
la matrice ossuta delle tue clavicole
mi appartiene,
anche se io non appartengo a me stesso.
Eppure è forse in due che ci si appartiene,
nella tua nuda carne
che frastorna gli angoli di delicatezza,
io ci trovo me stesso.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2323 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luisa tonelli
  • Rinaldo Ambrosia
  • ferdinandocelinio
  • ComPensAzione
  • ferry
  • Antonio.T.