Già è finita, le nuove linee sono cadute - ©Vladimir D'Amora | Poesia | Ospite di Rosso Venexiano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Già è finita, le nuove linee sono cadute - ©Vladimir D'Amora

Già è finita, le nuove linee sono cadute
Non contava prepararsi al giorno
Come forzati della vita
E delle sue bellezze
atomiche
Era il fondo, dove la meccanica faceva fiori
Di mare, e la luce diffondeva sale
Scie presenti letali
Nei tentacoli della quiete il tempo schifava
Saluti e smarrimenti, solo più dentro
La prigione s’apre
Alla devozione di nessuno
Se proteggessi il senso dell’assurdo
O mi aggrappassi all’ore smerigliate
L’assurdo
Di un’incontinenza, un animale
Stanco, nell’ora, la stessa
Parlare, danzare, volare
nessuno pensa che la discesa
avrebbe prezzo e sentore
dell’umido, il ridicolo.
Una richiesta poi, della cosa
muta.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2246 visitatori collegati.