La barchetta dell'amore | Perle scelte dalla redazione | Giuseppina Iannello | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

La barchetta dell'amore

Ero figlio di un mercante,
ma provetto sognator....
Nel bauletto avevo un sogno:
diventare appaltator.
 
Ero stanco di remar; mi
appostavo ad un bastion,
quando vidi due occhi chiari,
tempestivi come il mar:
“Ho perduto il mio fermaglio... o
s'il vous plaît, pardon, Signor,
se mi aiuti a ritrovarlo,
forse un bacio, ti darò.”
 
Lo vedevo a fior dell'onda,
diventar spuma nel blu, ma pei suoi
capelli biondi, lo raccolsi e glielo die'
 
“Grazie, grazie,
Non ricordi?”
La sua voce si attenuò;
dispariva in mezzo all'onda
la barchetta dell'amor.
 
Seconda parte
 
Fiori bianchi, fior di pesco,
ti ricordo mio tesor.
Non potevo dirti quanto
ti pensò l'appaltator.
 
Tu venivi come un sogno,
le movenze di una fata,
mi dicevi t'amo tanto;
non ti lascerò mai più.
 
Mi ricordo di una sera,
mesta all'ombra del camino,
mi dicevi “C'è un giardino
dove anelo ritornar.
Ti ricordo Clarabella,
con quegli occhi azzurro mare,
il cappello a larghe falde
per la mia felicità.
 
*Canzoncina trasmessa dal mio bisavolo Giovanni Iannello.*

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2172 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil