Acquerello di paesaggio [in terza rima] | Poesia | Lorenzo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Acquerello di paesaggio [in terza rima]

muretti a secco pietre per dimore
Un acquerello che d'altura parla
di case un pugno mi ricorda un luogo
che abbracciava i giorni della merla
 
quando ragazzo molti lustri in giogo
sulle pendici della murgia amica
si concedeva un attimo di svago
 
alle fatiche di famiglia antica
un buon curato a celebrare messa
nella chiesetta l'omelia in rubrica
 
tanti vigneti intorno il tempo appressa
raccolto del buon nettare divino
bianco o rosè vitigni di contessa
 
che danno vino ancora a san martino
una vasca con fontanella in testa
acqua e sapone e legno con gradino
 
su cui la mano giovane si presta
a sciorinare i panni del sudore
cotti dal sole di giornata in cresta
 
a faticare terra del fattore
i contadini al segno di confini 
muretti a secco pietre per dimore
 
poste in altezza a ginocchia inclini
e nella fuga un ciuffo di gramigna
che il tempo riponeva per stagioni
 
come collante fra fessure e vigna
mentre le case narrano le storie
segreti e sacrifici vita asprigna
 
le nascite d'infanti le aporie
quando da adulti avvinti dai sogni
vanno guardando incanto delle glorie
 
riposte sotto il cielo da quei segni
la vita scorre al tempo di quel borgo
un filo di cotone coi sostegni
 
distesi i panni freschi che lì scorgo
adesso è qui miraggio quel sobborgo

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1992 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.