Attesa | Poesia | Lorenzo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Attesa

Altare di sabbia.jpg
Giorni uguali, monotoni, noiosi,
abiti nuovi al tempo di partenza, 
m'interrogo se fine sia imminente.
 
Abbraccio in sogno la mia mamma cara, 
attendere prego, refrain ripete,
telefono in deserto s'è inceppato
 
il mediatore, colpa del misfatto
non è possibile l'esodo al tempo,
e nel Rosario trovo la mia forza.
 
Si torna alle faccende conosciute, 
catene già in disuso, ora pesanti
e l'altra fuga in atto, la seconda,
 
le tracce cancellate nel deserto.
Dico Via Crucis, s'è fermato il tempo
e il vento nella valle, ben nascosti
 
rinnovo fedeltà al Salvatore, dichiaro Fede,
Eccomi, dico, e mi riconsegno,
celebro Messa in Altare di sabbia,
 
mentre volano le rondini in cielo.
Cucino il minestrone di verdure
peperoni, carote e pomodori, 
 
con le uova preparo la frittata.
Silenzi, pianti, grida, lagni dentro, 
silenzio per ri-nascere e sapere
 
per far tacere parole del vento
silenzio ricco, tante sfumature
visione di realtà multicolore.
 
Poi, altro cibo di verdure cotte
peperoni carote e pomodori,
una poltiglia non dispersa al vento.
 
La radiolina in dono all'orizzonte
Paraclito Avvocato l'ho di fronte.
 
Lorenzo 3.9.22 
 
da Catene di libertà .. , Pier Luigi Maccalli, Emi edit, Compendio pagg. 149-170
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 3082 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.