Ombrellaio | Poesia | Lorenzo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Ombrellaio

Ombrellaio.jpg
E quando si rompeva per il vento,
l'ombrello un gran bene sì prezioso,
per gente con le case dentro i Sassi,
 
un ambulante in giro per le strade
era chiamato a riparar l'oggetto.
Una cassetta aveva degli attrezzi,
 
forbici e pinza, fil cotone e ferro,
chiosava 'umbrellaroo ad alta voce,
finquando da finestra si chiamava
 
per riparar la stecca dell'ombrello,
chè rotta s'era per colpo di vento
portato dalla furia nel convesso.
 
Adesso s'usa e getta anche il fiato,
dialogo non c'è tra due fratelli,
meno che mai tra popoli e nazioni.
 
Ci vuole mano esperta per mestiere,
un'umile fatica d'una volta.
Ricordo da fanciullo l'ombrellaio,
 
il borgo non ricorda la sua storia,
ma ignorar non deve il suo passato
ed imparare d'umile esperienza,
 
fascino d'umanità e tenerezza
nobile uomo colmo di finezza.
 
 
Lorenzo 28.3.22

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2652 visitatori collegati.