Pagliaro | Poesia | Lorenzo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Pagliaro

E' un verbo che s'infrange nei ricordi
un trullo fatto in pietre levigate
posto in quel campo d'avo d'altra era
 
ricordo il tempo quand'ero fanciullo
e mi portava in campo zia rosina
donna temprata segnata dal fato
 
un campicello aveva lì dal borgo
un piccolo quadrato un uliveto
d'ordini otto secondo parcella
 
lungo i muretti a secco coltivava
le rose di selvatici carciofi
nel mezzo del campetto quel pagliaro
 
ove mio nonno riponeva d'arte
gli attrezzi del mestiere di quel tempo
una zappetta  a rassodar la terra
 
l'accetta per tagliare i rami secchi
oppure i figli ibridi dei tronchi
succhianti il nutrimento ai nuovi frutti
 
finquando nei momenti di stanchezza
stendeva sulla paglia le sue membra
per ritemprare i sogni rinvenienti
 
del figlio fante prigioniero al campo
per gloria della patria assai lontana
ora quel luogo non è più un concerto
 
di alberi fruttuosi o d'uliveti
zona di residenza e animazione
di anime compresse dai travagli 
 
Lorenzo  riproposta 10.10.10

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2555 visitatori collegati.