Sogni di Gloria | Poesia | Lorenzo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip

Sogni di Gloria

Ferrandina Borgo Antico.jpg
Addio sogni di gloria nella valle
ancora nude pietre con gli sterpi,
sordo silenzio intorno come un tempo,
 
fiaccole spente in alte ciminiere
il segno d'abbandono e dell'oblio,
avvolti in buio come mezzanotte.
 
Terra d'argilla pregna di memoria
che dell'esilio fece sua dimora
durante gli anni trenta del dominio,
 
quattro rioni per cento guerrieri
con armi improprie prese nei dintorni,
bastoni di betulle e scope vecchie,
 
si combatteva  a singolar tenzone
con lividi in quei corpi ed ematomi.
Erano i tempi di giovani sognanti,
 
il filo di memoria non inganna
miraggi mai rimossi in combattenti,
onirica presenza dell'infanzia
 
campane d'Ognissanti con gli estinti
e nella notte sotto le coperte,
per meta delle anime con ceri.
 
E poi Natale nella masseria
la neve che cadeva e s'imbiancava
campagna tutt'intorno fino al bosco,
 
regno dei lupi attenti predatori
coi ceppi al focolare sempre accesi
e degli armenti,  i fedeli in guardia.
 
Il pranzo della festa con il nonno
e del maiale un sugo assai gustoso
con pasta fatta in casa con ginestra.
 
Da scuola la memoria non si sposta,
con l'esistenza tutta lì riposta.
 
Lorenzo  19.11.21

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1525 visitatori collegati.