Lungo i margini | [catpath] | Vittorio Fioravanti | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Lungo i margini

Lirica di Vittorio Fioravanti

C'è un momento alla fine
che uno sente sfuggirgli
qualcosa dentro

Nell'ansare e i sospiri
e il pulsare disordinato
d'arterie ormai ingombre
di reti e relitti sfasciati

Ai margini d'una vita

Ieri ho intravisto
qualcuno svanirmi dentro
appena dietro a una vetrata
con su stampati i riflessi
d'un interno notturno
tra un avviso giallonero
e le due lucide strisce
dei binari lasciati liberi
da un treno ripartito da sempre
in un frammento mai spento
delle mie memorie

Poi una voce
Le nostre parole scarne
sono un pugno di foglie
strette nella mano chiusa

Poi un profumo
e uno sguardo
Lei che ha negli occhi il colore
d'una brezza d'aprile
Razza superba
Mi scavo dentro il suo profilo
e il fiato che ci accomuna
con i gesti d'una danza
leggera appena accennata
nel fumo bianco sottile
d'una sigaretta accesa nel buio
C'è un sorriso tra di noi
Il caldo calore dolce
d'un contatto umano

E subito dopo l'addio

Se mi chiedo il suo nome
ancora oggi non so rispondere
E' restata la sconosciuta
che non ho saputo incontrare
persa in un solo breve attimo
d'una notte spesa
nella sala d'attesa
d'una ormai lontana stazione
di questo mio viaggio
ai margini della fine

Dicembre 1988

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1850 visitatori collegati.