Un filo d'oro (unitre Rivoli) | Poesia | Maria34 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Un filo d'oro (unitre Rivoli)

Un filo d’oro uscì da un dipinto,
brillava come un sole finto:
mi raccontò di una bella donna
che con pazienza lo ricamò su
quella gonna di pietre ornata.
- Piano sii delicata, mi fai male,
lo sai, sono prezioso e da lontano
vengo, dall’estremo Oriente,
dove la gente, mi coccolava
e in segreto mi allevava.
Son volato in alto sempre più in alto,
sugli aquiloni e gli arazzi reali,
sui cuscini e sugli abiti più fini,
raccontando storie di vita,
che dalla Cina andarono a decorare,
le case reali e papali, di quell’Europa
religiosa e bellicosa, che tra  merletti
crinoline e belletti, nascondeva armi
di tutti i tipi, che nelle guerre usava,
mentre con gran vigore si bastonava,
e la gente poverina che non aveva niente,
stava a guardare  questi potenti,
pensando amaramente,
che tanto non cambiava niente,
oggi questo, domani quello, ma sul
tavolo, il pane era sempre quello!

        Mara  Massaro

 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2473 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marco valdo
  • Antonio.T.
  • luccardin