Io mi lego i capelli | Poesia | Mariagrazia Dessi | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Daniele Santovetti
  • Vin
  • Sara
  • Stefano Siracusa
  • Verena_inpuntad...

Io mi lego i capelli

Pesadindi boxi
no timas su monti
Bai assonettendi
e scidand’atrus cantus
Pensa a s’arenarxu
ca fiat unu monti
a sa perla vera
c’at inserrau s’arena
Sulla bentu ‘e frongia
pappanci su monti
e finas a mari
mundanci s’arena
Deu mi trogu is pilus
e is bruzzus de is peis:
ant’essi cannaccas crasi
is cadenas de oi
 
Alzati voce
non aver paura della montagna
Vai come i tornanti
e sveglia altri canti
Pensa all’arenile
che era una montagna
alla perla vera
che ha imprigionato la sabbia
Soffia vento di fronda
consuma la montagna
e fino al mare
spazza la sabbia
Io mi lego i capelli
e le caviglie:
saranno collane domani
le catene di oggi
 
Lo so che la mia è pura utopia, ma:
“Una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo, perché non contempla il solo Paese al quale l'Umanità approda di continuo. E quando vi getta l'ancora, la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela. »
(Oscar Wilde, L’anima dell’uomo sotto il socialismo)

 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1962 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin