Morire a Venezia | Poesia | loripanni | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...

Morire a Venezia

(scritta nell'estate 1992)

Tutti questi indizi
che in un'onda fragorosa
si stanno infrangendo:
è come un attimo
infinitamente lungo
in cui il tempo rallenta

e tu pensi che strida,
e invece si avvolge
sopra sé stesso,
sempre più piano ed immobile,
senza rumore né fiato.

Il gonfiarsi del mare
tu aspetti che frani
con scroscio infinito
in un attimo eterno
e tutto devasti.

Eppure rimane sospeso
e tu in mezzo con lui
rallentando nel tempo
trattenendo l'attesa
dell'inevitabile.

Non posso fermarmi,
e senza ragione son dilaniato
dal bisogno di te,
con l'anima e il corpo
che senza ragione rispondono a te.

Come in quel giorno di allora
quando non c'era che l'essere
e la piena armonia
dello spazio e del tempo,
senza ragione io muoio per te.

      loripanni

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1037 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Gigigi
  • luccardin
  • sid liscious