“Ecco, si è quel che si è a prescindere” | Prosa e racconti | nickandclick | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giorgio moio
  • Giuseppe54
  • Giuseppe Rongaudio
  • Gabri
  • Ignu

“Ecco, si è quel che si è a prescindere”

... partivo scrivendo incazzato nero, come per vomitare qualcosa che mi disturbava e poi, mentre il foglio si tingeva d'inchiostro, ciò ke usciva da dentro si trasformava in Poesia... e quasi mi rodeva; sì, provavo come un senso di frustrazione per non essere stato capace di ferire al pari di quanto avessi ricevuto ma... quando decisi di aprirmi e raccontare il tutto ad una fata, questa mi rispose decisa che:
- Ecco, si è quel che si è a prescindere.
Fu allora che il Cielo si aprì in cento arcobaleni e le nuvole si dispersero; il mio cuore trovò la serenità tanto desiderata.
 
Era da tempo che non provavo questa pace interiore, questo senso di leggerezza; pur sapendo che la mia era Poesia, che io ero e sono di gran lunga superiore… in tutto… ho vissuto sofferenze, umiliazioni, vagabondando da un angolo della terra all’altro per fargliela pagare, non capendo fino in fondo che certa gente, si nutre del dolore inflitto e sadicamente continua a seminare veleno.
E’ stato un duello ad armi impari: onestà - la mia - contro doppiezza, ipocrisia, subdolatria, infamia, turpiloqui carichi di nefandezze e cattiveria gratuita... Era il bianco puro contro il nero marcio.
Ne ho fatte di denunce, ma non è servito a nulla perché certi delinquenti sanno come farla franca, sanno eludere meschinamente certi controllo incrociati, sanno come muoversi. Sanno… che l’accordo col diavolo li rende crudeli.
 
Eppure è bastata una cosa semplicissima:
aprirsi come l’orizzonte d’estate con la sua luce dorata
ed aprirsi ad occhi diversi;
sai, le storie sono uniche ma se viste da prospettive diverse,
cambiano riflesso e ciò che acceca l’uno, sfavilla e appare evidente all’altra.
Il male esiste, ci vive accanto ma basta saperlo combattere,
anche con una guerra silenziosa
- spesso colpisce di più non dare peso a ciò che non conta
- a ciò che tutta la società ripudia, a ciò che meno se ne parla e più…
queste bestie si allontanano
guaendo il loro misero, falso dolore.
 
Sono dunque quel che sono, a prescindere; e se decido di scrivere,
dalle mie mani escono fiori e profumi.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2673 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • webmaster
  • live4free
  • Antonio.T.
  • voceperduta
  • Francesco Andre...