Preghiera Patologica | Poesia | Nievdinessuno | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giorgio moio
  • Giuseppe54
  • Giuseppe Rongaudio
  • Gabri
  • Ignu

Preghiera Patologica

Il cuore s'impalla
come un blues 
scadente, scorre
vertigine, traballa
la disposizione
di una corda 
infittita nel grano,
si sarebbe spezzata
se avesse affondato
il coraggio 
dentro l'orizzonte,
finché a crescere
era la sete
se non pioveva,
fluire era nuotare
se non annegare,
risalire l'applauso
di un chiasso breve
avrebbe grattato
l'involucro di un battito,
che avrebbe ammesso:
 
- Ero scalzo,
 
  percorrere era piegare
  come trave 
  il sangue 
  a una sola salita,
  e male risalire,
 
  crocifiggere la nudità
  che per noia
  un suono
  avrebbe inchiodato
  alle pareti
  
  era come il ballo
  sfilato dalle punte,
  contrario
  a fare da custode
  ad ogni passo,
 
  a nascondere
  vene disposte
  alle eclissi 
  di un cammino
  per fede,
  
  per giungere
  a mani giunte 
  serviva un altare
  col quale difenderci 
  nello scavo 
  di una preghiera patologica - .
  
  
  
  
  
  
   

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 3341 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone
  • leopold bloom
  • live4free
  • webmaster
  • Antonio.T.