Non ho finito le Centurie dell'Ago, nell'Anello Diciassette | Poesia | Axel | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Agatha
  • Giovanni Rossato
  • PIERO COLONNA-ROMANO
  • Nuvola93
  • Paolo Melandri

Non ho finito le Centurie dell'Ago, nell'Anello Diciassette

 
(Ineffabile gravità)
.
Ho le nuvole negli occhi
e parole lunghe nelle dita,
legate al filo rosso d'una lama
con le vertebre di ghiaccio,
i diamanti nella voce.
Mentre ascolto sinfonie di tigri
ancora tacciono i vetri opachi,
nel fiato cavo della sera,
con le labbra cariche
di simmetrie svendute
fra catene di stelle buche.
.
(l'effetto lente)
.
Credevo fosse un sogno,
decollato da macerie nude
fra le mura della morte,
quell'attesa senza credito
nella sfida sulle ali schiave
d'un'orchidea declinata all'infinito,
in mille lingue estinte ad arte
nello stemma delle vene,
sotto il cielo capovolto.
.
(della materia oscura)
.
Il mio arco scocca un urlo
e il mondo rotola nel sole.
.
(sulle lacrime di Luce)
.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2042 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free