Tu Rodi | poeti maledetti | 'O Malament | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

Tu Rodi

Tu Rodi eri così vicina

che dalle vene colò contemporanea l'intima morte

della profezia.

 

Il ventre s'incava, il polmone di possenza vorrebbe

non vedere, il piede ah il piede, l'onda turchese s'infrange ai bordi

sui pianti inconsapevoli.

 

È il sangue per frazioni, quello sciolto sulle spiagge dall'umanità

prima del volo che c'inchioda al destino: bronzo, tu dovresti

rappresentarci nella corsa.

 

“Aut haec in nostros fabricata est machina muros
Inspectura domos venturaque desuper urbi,
Aut aliquis latet error: equo ne credite, Teucri.
Quidquid id est, timeo Danaos et dona ferentes".

Virgilio Marone

 

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 3192 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Laura Lapietra
  • Ardoval
  • LaScapigliata