Parole | Poesia | Odo Tinteri | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Parole

Parole di sabbia,

parole di vento.

Moti d'animo e suoni di mistero

sono le mie parole.

Sono parole

le mani giunte ed il capo chino,

sono parole

il volto al cielo con gli occhi che cercano luce di luna.

Sono parole

le parole della foglia caduta

che macera a terra, le sue ultime ore di vita.

Parole,

la luce del sole che rompe il cielo di piombo,

prole di conforto su di noi,

il suo calore ,

quando il tempo è ostile

Parole di sabbia mossa dal vento,

sferzante, sul tuo viso difeso

da mani aperte a scudo.

Parole di sabbia

che scavano nella tua memoria

occhi di paura antica.

Parole di vento

squarciano il cielo della sera,

quando la sera ti si para davanti

con coltre di buio nero

che si stringe addosso.

Ma sono parole anche l'acqua di fonte

che sgorga da roccia

e gorgogliando racconta la sua storia infinita.

Sono parole

il fiore di siepe spuntato all'alba ,

timido, tenero e ignaro

del giorno che verrà.

Sono parole

il canto degli uccelli del lago.

Sono parole confuse per noi,

ma sono parole,

parole di canto e di pianto.

Parole di sabbia

graffiata da mano capace,

per dire l'incanto che c'è nelle cose.

Sono parole,

le labbra socchiuse che sfiorano il corpo

che attende piacere,

Sono parole le mani in carezza.

Sono parole, scritte in amore,

con sguardi fugaci e corse sfrenate

in abbraccio inebriante.

Sono parole,

parole di vento

il sorriso che attendi,

la stretta di mano che ti porta via

leggero nell'aria

come piuma o farfalla.

Sono parole

spesso non dette

le parole di sabbia che ti mozzano il fiato e

non trovano spazio per andarsene via.

Le parole di sabbia rimangono in gola

e ti fanno paura,

ti riempiono d'ansia con corda robusta

che stringe il tuo collo.

Parole, le mie, parole di vento

che scappano via senza controllo.

Parole le mie,

parole lanciate nell'acqua del lago

contando i suoi cechi, per trovare il motivo

di libero gioco.

Parole, le mie,

di sabbia e di vento.

Parole rubate dal libro del tempo,

parole smarrite in nuvole d'oro,

parole legate da lacci di gioia,

parole trovate appese ad un chiodo.

Parole di sabbia, di vento e d'amore.

Non stanno nel pugno,

le parole d'amore,

scivolano via in granelli di sabbia.

Le parole più belle, scappano via

Trattieni nel pugno

il pensiero ed i sogni

Parole di buio,

sono i sogni d'amore.

Parole di vento,

le parole d'amore.

Parole le mie

di sabbia e di vento

Parole lanciate nel cielo dorato.

Parole le mie,

di sabbia e di vento.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1480 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry