Professò, permettete una poèsia? | poeti maledetti | ferdigiordano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Professò, permettete una poèsia?

Diversamente il muro risuona: ora
escogitando un urto di tepore, più tardi
da come rimbomba il bianco
su cui rimbalza il vento.
 
C'è un mondo che ti appartiene
sui due piedi: vivi
frequentandolo a memoria
se non ti è possibile corrergli incontro.
 
Quel che angustia delle tracce è il loro frontespizio:
camminano in avanti, finché non si fermano,
senza poterci precedere; quindi il tuo pensiero sia
l'avanguardia che insidia il tempo e consente
a truppe di nervi di occupare un luogo
senza doverlo conquistare per forza.
 
Sii ciò che meglio ti farebbbe
essere persona compiuta
tra tanta gente a pezzi.
 
 
BUONE FESTE A TUTTI
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1853 visitatori collegati.