19 dub 9 | Filosofia | sid liscious | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...

19 dub 9

Tranquilli: nel famoso terzo segreto c'è scritto il ddl Zan s'avvererà ma solo dopo la dodicesima dose.
 
Il mio trucco vita? Scontato: accontentarmi. Accontentarmi di non volere altro di quello che già non ho.
 
Ma le fiabe russe cominciano con c'era una vodka?
 
Dev'essere una cosa del tipo quando sono solo sto bene con chiunque.
 
L'ho conosciuta che di qua dell'oceano giravano i Rolling e gli scarafaggi e che c'erano Erik Burton ed i Them. Dall'altra parte invece contrattaccavano Bob Dylan, i sotto velvet, Jimi Hendrix ed il blues del cotone. Al che vennero i Deep Purple, un Santana dal Messico e lo zeppelin e pertanto m'innamorai pure della soffice macchina, di John Coltrane, di Miles Davis, dei Jefferson Airplane, di Crosby Still Nash e Young e del sound west coast e. E di quelli che cantavano i lemmings, di Frank Zappa, del suo capitano Beefheart e di Jim finito a Parigi. Tutti insieme. E per non scomodare Janis. O Ummagumma naturalmente ma. Ma il Canterbury sound. La teiera volante. I Genesis. Il gigante gentile. Il bollettino metereologico, i Tangerine, i Can ah. Ah che distrazioni tentatrici ed inebrianti, rischiavo di fermarmi  e di per cui. Di per cui punk. Per carpire l'attenzione e reagire. Kennedy morti. Dio che salva la regina. La bandiera nera. Bugie. Anarchia. E via sulla nuova onda. Cure, Devo, Pop Grop, eco d'uomini coniglio, teste parlanti pere. Pere ubu. E Don Cherry ed il be bop e Robert wyatt nel mentre a calmierare bollori. Ed il grande Curtis Ian e. E purtroppo la sua triste storia. Una botta colossale la sua dipartita. Serve ballare ragionando pensai triste e di conseguenza in quel frangente, cosicché Burning spear, il grande Youth, un modulo per la domanda di disoccupazione inglese, l'immenso Bob e tanto tanto reggae. Conscious e radicale se possibile però. Però lo stesso traversammo una crisi seria io e lei. Nonostante ascoltavo estasiato gli Smiths, traversammo una crisi seria. M'ero divagato infatti. Sapete il cinema, la fotografia, lo scrivere, il matrimonio, insomma per non tirarla in lungo per un periodo m'hanno rapito meglio altre situazioni. Comunque non l'ho mai ripudiata del tutto. Non ci sono riuscito. Chiedetelo ai CCCP se volete. A Patty no Pravo. Alla caverna Nicola ed anche, nuovo innesto, alla classica. E non agli Spandau Bullet. Per carità. Ed andò avanti in questa maniera abbastanza a lungo. Che ricordo Elno era ancora vivo. Quasi finché l'africa non fu unita si potrebbe dire. Finché il Raiss non diffuse Sanacore e. E pertanto di nuovo via. Follemente innamorato ancora. Di tutto. Fateh Alì Can. E Mau Mau. Ed il rap chiaramente. Quello italiano da centri sociali in particolare. E molto molto molto dub. Duro puro ed oltranzista. On u sound. Quasi ossessivamente. E fu così che perdemmo la diretta dal treno della Mano Negra e dei Nirvana. Disdetta. Se non che poco dopo incontrammo Manu da solo e Massilia sound system, Zebda, il sergente Garcia, un Macaco, gli occhi di brujo, Dusminguet, Cheb Balowsky, Amparanoia, Tonino C, l'attacco di Luisa, Idir l'arabo, gli Ska P e la sua faccia etnica di tutto il mondo e. E. E. Ed i Golol bordello. E rilancio totale dunque ed un'apoteosi ci ha condotto verso il vivere insieme nuovamente. Con Vinicio che soffiava tempeste simpatiche, simpatiche musiche sacre indiane, Sizzla, i Mescaleros, gli Oasis ed attraverso il primo gioiellino dei ragazzi anglo indiani dello shop all'angolo sempre in sottofondo. Sempre in sottofondo ed il tutto per fermarmi a circa dieci anni fa. No non di fermarmi d'amarla. Solo di fermarmi in quanto così di getto d'allora in poi mi sovviene poco a parte i recentissimi lavori diThiago Nassif, Whitemary, Floating Point e Pharoah Sanders, Black country new road ed Animal collective è. È. È proprio il caso di dirlo. M'hai cresciuto con qualche complesso mia cara comunque. Comunque ti devo molto del mio aspetto solista. Molto. Molto. Molto.
 
Se passava il ddl Zan poi lo chiamavano Enrica Letto?
 
I virologi ed i microbiologi hanno messo dentro le riserve.
 
Stanotte è venuto il drago. Nel sogno, intendo. M'ha detto:- Senti tu mistico del cazzo. Te lo do io il terzo occhio. La terza. La terza mano in fondo al terzo braccio ti ci vuole a te. Anzi, per la precisione, vi ci vuole a voi. Che possiate lavorare di più. Produrre meglio. Donare a piene tre mani? Eh! Non ti sembra meglio di con due? Che poi se ne perdi una manco mi diventi invalido e nel tempo libero ti potrai grattare palle, orecchio e ginocchio contemporaneamente-. Una favola! Gli ho risposto raggiante. Una favola però passeggera, ho subito aggiunto. -In che senso passeggera?-. M'ha di nuovo interrogato. Nel senso mi serve una favola che arrivi e che riparta veloce caricandoti e portandoti via. Che i draghi stanno nelle favole. Sciò. Tornatene lì.
 
È come se le parole dette da dietro una mascherina le capisci al contrario.
 
Voi la malattia, noi la cura slogan a Roma mi piace. Peccato a quel noi poi sul pratico non corrisponda nulla in proposito di rinuncia che. Che se le fabbriche smettono d'inquinare quanto siamo disposti; ad esempio in chilometri d'aereo o d'auto per le ferie, in condizionatore o in prodotti per trucco o igiene, a farlo noi singoli di persona personalmente?
 
Ma come halloween? Non ci sono già in giro abbastanza zucche vuote con gli occhi spiritati tutti gli altri giorni?
 
In realtà per il regime non è cambiato nulla se. Se non un tempo voleva tutti ariani mentre oggi vuole solo dolly.
 
Eh no è! Giusto ora. Giusto ora che quasi quasi m'ero convinto al buco arriva. Arriva l'asteroide a stroncarmi ogni velleità di salvarmi. En no è!
 
Ora gli ultimi studi dicono copertura buchino 2/4 mesi ma pass valido un anno: licenza d'uccidere.
 
Ora è morta questa minorenne ed i genitori ovviamente fanno casino ma. Ma per il bucherello lei ha avuto bisogno del loro consenso, al che sembra brutto da dire però l'hanno dato e quindi...
 
Guardavo. Guardavo oggi una ragnatela che andava fra due alberi. Guardavo. Guardavo pure il cavo della linea elettrica che univa due case. Guardavo. Guardavo anche il cielo sullo sfondo e ho pensato cavolo. Cavolo le ragnatele chissà per quale energia si prestano da conduttura. Guardavo. Guardavo infatti la similitudine fra loro ed il cavo nel collegare le cose. Ch'è praticamente simmetrica e che rimane solo da capire la differenza fra l'energie veicolate. Guardavo. Guardavo ed un ragno è uscito da sotto una foglia. Guardavo. Guardavo che nel frattempo una zanzara era rimasta prigioniera fra i fili. Guardavo. Guardavo e l'aracnide l'ha uccisa e mangiata senza pietà. Guardavo. Guardavo ed allora ho visto un altro enorme ragno invisibile uscire dalla centrale elettrica. Guardavo e lo vedevo correre sopra un filo dell'elettrodotto. Guardavo. Guardavo ed a uno svincolo ha preso la direzione di casa mia. Guardavo. Guardavo ed ho di nuovo pensato pure lì. Pure lì incontrerà insetto imprigionato da papparsi di gusto? Guardavo.
 
Essere obiettivo mai. Manco per niente. Ti posizionano lì sopra la canna d'un fucile ed uccidono da distante anche per colpa tua o nel buco davanti d'una macchina fotografica e devi rendere pubbliche l’emorroidi delle persone pubbliche, oppure sei bel posto popolato d'alberi, animali ed uomini dai modi ricercati e ti programmano al computer un missile apposito e bum e. E non vi dico di diventarlo dei commentini dei condomini o dei paesani o di persona per vendetta, magari proprio fisica, rispetto alle paranoie che ad uno l'hanno preso in testa o. O all'opposto d'attenzioni particolari, magari pure loro proprio fisiche, d'un dolce follemente innamorato follemente alla dolce. No. No. Essere obiettivo mai. Manco per niente.
 
Un branco di minacciosi, violenti e terribili pesci pit bull strisciava nel cielo. Da una parte vedevo alberi vaganti con le radici di fiore termico e nasi che si schiacciavano tetri chiudendomi le porte. Dall'altre dei leoni con zoccoli di pietra affilata, artigli di vulcano in erezione e criniere di plastica urticante mi s'approssimavano lenti lanciando ragnatele di cammello avvolgente. Di fronte il ghiaccio d'elefante s'estendeva su sabbie mobili sanguinanti di carni carnivore e dietro. Dietro tre sorelle di Scilla ed il fratello di Cariddi prelevavano torrioni di marmo da via quattro novembre e li brandivano correndomi verso di risata sarcastica porca. Porca miseria. Ero. Ero veramente alle strette. Voi. Voi che avreste fatto? Be' perdonate la codardia ma io ero assolutamente agitato, in ansia e proprio preoccupato. Preoccupato. Preoccupato allora. Allora ho preso e mi sono svegliato.
 
Oh oh signora ministro come. Come siamo messi con il moto ondulatorio al rave di Torino?
 
Oggi vita facendo avevo incontrato trenta leoni. Ovvio. Al primo mi sono nascosto terrorizzato. Poi. Poi però verso il quindicesimo ci si rispettava a distanza e direi pure a vicenda e. E con l'ultimo ci siamo mangiati un panino ed abbiamo schiacciato un pisolino. Be' non ci avrei mai creduto il. Il trentunesimo m'ha sbranato cazzo. Sbranato.
 
Con i sogni bisogna essere svegli.
 
Anche due o tre presidenti della repubblica non sarebbe male. Che ne so. Uno eletto dagli eletti. Uno dagli elettori ed uno da quelli che non sono né eletti né elettori. E con uguali poteri ovviamente e con diritto di veto. Io la vedrei più democratica la situazione generale. I governi non farebbero mai più una legge? Oh oh. Gli indotti. Gli indotti. Fra gli indotti sempre compare non è che uno lancia idee così per caso. Non è.
 
Ora i politici e gli scienziati vogliono l'odio dei dolly contro i no dolly e difatti l'accuse a quest'ultimi lievitano d'ora in ora. L'ultimo dice in ospedale 99 per cento di loro. Una balla colossale a meno che non sia nel suo ospedale e. Ed i bucherellati lo conoscano talmente bene da evitarlo accuratamente. E comunque odio. Tutto cresce per colpa loro. Dai contagi al petrolio e manco hanno fatto accordi sul clima per colpa loro. Io. Io mi presto volentieri. I falliti che s'aggrappano ai per conto loro falliti mi piacciono e fanno tenerezza perché sempre fa ed ha fatto così, colui che non può vantare risultati ed allora accampa ruvide scuse maleducate e. Ed inoltre mi gusta pure il fatto le persone tutte non si tolgano la maschera solo dopo finita la festa di carnevale ma. Ma anche tutti gli altri giorni. Mi piace tantissimo.
 
Domani sarà questi bastardi riescono a contagiare noi dolly anche da negativi.
 
Dell'uomo predisse:- Approfitterà unicamente fino a dove arriveranno i suoi bisogni quotidiani e non difenderà, né diventerà, mai colui che ne approfitta seriale con la scusa del futuro. Cercherà sicurezze non prove, sentimento non piacere, emozioni non sfogo. In amore non vorrà venire anzi preferirà arrivare, farà per quel che potrà favori e con gli amici si comporterà bene e. Ed infine saprà conoscere, riconoscere, aiutare, comprendere e rispettare il creato intero portando comunque avanti la sua linea esistenziale unica nonostante fra uniche-. E. E dove lo trovo io un dio che s'è sbagliato meglio?
 
Gardate che i sogni vanno nel cassetto non nel cassonetto.
 
Sull'emissioni di stupidaggini epiche invece è evidente non serviva nessun nuovo accordo.
 
Per fortuna ho la quasi certezza io nel 2070 quell'aria non la respirerò.
 
Ad ogni volta che vola un aereo quanti nuovi malati di cancro corrispondono?
 
I paesi membri del g 20 inquinano per il 70 per cento del totale ma tranquilli. Tranquilli. Hanno seria intenzione di ridurre l'emissioni sul trenta per cento degli altri.
 
Libertà non è fare la cacca dove ti pare. Libertà è fare di dove ti pare una cacca. P.s. e non volerne più sapere.
 
Niente accordi? Balle! E disinformazione di parte. Che per ridurre ad esempio l'impatto ambientale della plastica hanno preso all'unanimità la decisione di proibirla, entro il 2049, in tutto il Sahara centrale ed addirittura nell'intero deserto dei Gobi.
 
Cavolo per le feste sono già invidioso. Che io non avrò il flaconcino, la siringa, il batuffolo ed il cerottino, ricordo d'ogni dose ricevuta, per magnificamente e trendy addobbare l'albero come faranno tutti. Che stress.
 
L'esistere figo è quando tutto è in ordine ed in disordine contemporaneamente.
 
Se quest'anno mi sono vestito per halloween? Certo. Ovvio. Era fine ottobre e faceva pure un tot freddino.
 
È il periodo della riduzione del danno e dell'aumento del prendono.
 
È il tripudio di ti salvo la vita rovinandoti giornata per giornata.
 
Tutti a chiedersi cosa c'è dentro ed al solito io che so perfettamente cosa non c'è: dei neuroni.
 
Stamattina godo. Che mi sono svegliato e m'è venuto il mente quest'anno sarà finalmente il primo natale dal quale sarò assente giustificato. Stamattina godo.
 
Sono qui nella mia isola deserta ed aspetto, di cannocchiale orizzontando da ombra palmare, il salvatore del giorno. Ieri era un predicatore mormone e dall'altra settimana sono venuti guardie e funzionari e medici e due fricchettoni interessati al terreno ed una tipa in cerca e quattro in canotto e tre rappresentanti, uno alla volta, di tre diverse associazioni di recupero che. Che queste, tra parentesi, proprio non le capisco. Che normale i relitti sono in mare e si portano a riva e che invece loro vorrebbero fare il contrario coinvolgendomi, tra l'altro, in pieno. Che mi ricorda tanto come quando lo faccio io, il contrario. Che ieri sera per dire ho visto un bella e lunghissima stella cadente. Che subito ho pensato ecco tenera stellina ora. Ora hai ammirato un uomo nudo e solo in piedi nella spiaggia evocativa, così puoi esprimere un desiderio e chissà cos'ha espresso. Chissà e. Ed adesso fino a quando non avrò risolto il dilemma, spiace per chiunque, però mai avrò salvatore sufficiente al muovermi di qua. Mai.
 
Nella zona termale presso Padova è un macello di contagi tra dolly con, come ciliegina, un cluster in rsa Beggiato di Conselve fra terze dosi già iniettate.
 
Non vogliono fare il lockdown per soli non bucati. Che senza loro in giro ed i contagi che aumentano sarebbe il colpo di grazia finale rispetto all'efficacia. Facciamolo da soli. Ritiriamoci in casa ed usciamo solo lo strettissimo necessario oltre lavoro, spesa e scampagnate in luoghi solitari. Facciamolo e dopo l'aria che respirano si farà amara. Amarissima.
 
Se dovessi descrivermi in diretta direi sono qua. Qua seduto in una a gambe in altra poltroncina mobile. Piedi alti. Scarpe in terra. Berretto nero sulla testa. Circa 23 gradi. Piove. Di fuori intendo. Piove. Quattro schermi. Telecamere ambientali esterne. Uno tutto per loro. Molto perimetro. Uguale tredici telecamere e. E piove e. Ed in ognuna di loro piove. E dalla finestra piove. E dalla porta a vetri piove. Boia pioverà minimo in diciotto posti diversi contemporaneamente. Qui davanti al portone scorrevole e là in fondo, un buon mezzo chilometro di distanza, all'entrata dirigenti. E piove al tornello nord ed al parcheggio ovest. È strana questa cosa. Ovvio se piove qui piove pure là. Sono infatti vicini tutto sommato codesti luoghi, però è supposizione, per quanto difficile da sbagliare, se non vedi e non hai conferma. È pur sempre supposizione. Mentre. Mentre se vedi ne sei sicuro cento per cento ed è tutto un altro vivere che. Che non succede quasi mai.
 
 
Per me è la vendetta del contenuto del flacone e cioè lui, che non è scemo, immunizza solo chi l'ha fatto perché convinto dei suoi pregi e delle sue qualità e non per la pizza, le ferie o il lavoro o lo stadio o il dovere sociale o la detenzione in rsa e. E cioè circa cinque persone in tutto. Forse.
 
La mia impressione è in una vecchia battuta. Ci stiamo impiccando con l'elastico. Abbiamo scelto una grossa trave sporgente su cui siamo in piedi nel vuoto, misurato la distanza da terra, calcolato rispetto a lei ed al peso corporeo la lunghezza ed il diametro dell'elastico, ce lo siamo passati a cappio intorno al collo da una parte e dall'altra l'abbiamo legato stretto alla trave e siamo saltati giù e. Ed ora rimbalziamo e rimbalzeremo, ogni volta sbattendoci la testa nella fase elastico richiama e boom che botta e poi di nuovo giù e sensazione di vuoto infinito ed atavico sotto i piedi. E giù. Giù. Giù ed angoscia e. E su. Finalmente di nuovo in su. Che pare perfino bello e boom un'altra travata e. E non ci stuferemo mai.
 
Oggi potete pure farvi i cazzi vostri anche meglio degli altri giorni.
 
E quindi quando dalle previsioni annunciano l'arrivo del ciclone tutte le donne corrono a comperare tampax e pannoloni rinforzati?
 
Propongo uno scambio. Centomila nuove prime dosi volontarie in cambio di lasciate stare i bambini.
 
Lo ripeto. Per me cresce direttamente proporzionale all'inquinamento. Le misurazioni lo confermano sempre. Dev'esserci una soglia, di qualcosa nell'aria, oltre la quale in parecchi di noi, a livello polmonare e non solo, non possono andare e così qualcosa cede in loro se sono costretti a farlo e ed il 19 approfitta di ciò naturalmente, diventando forte sui deboli. Il vax, ripeto anche questo, sempre per me è quanto c'è stato proposto per aggirare questa situazione. Un creatore potenziometro d'anticorpi che permettano di fare resistenza interna e. E di continuare ad inquinare come dire sereni ed è per quello io non lo voglio. Perché nel mondo che accettandolo si va a sdoganare, ne sono certissimo, io ci starei di merda. P.s. ho detto per me due volte e lo dico di per cui una terza. Per me siamo dei matti. In alcuni posti già sono costretti a chiudere scuole ed autostrade e negozi causa smog. No. Non sono lontani e la terra è piccola e chiusa e presto dunque arriveranno anche qui. Io. Io a questo punto ho brivido lungo la schiena quando accendo auto e condizionatore. Io ho pelle d'oca dalla fifa dietro a qualsivoglia marmitta. Io ho paranoia vera ad incontrare ciminiera. Paranoia vera e. E scusate ma di dirvi no problema. Voi fate pure proprio manco mi passa, lontanamente, per le orbite dei margini dell'orlo esterno cerebrale più remoto.
 
La conoscete la storia del pesce rosso nella bolla? No? Lei era tonda, la bolla e lui girava e girava e girava ed impazziva e gli saltava perfino i sistema immunitario e moriva straziante e l'esperto così disse bolla cubica. Ci vuole bolla cubica e d'allora le tonde sono sparite e li trovi solo rettangolari bislunghi i. I pianeti dei pesci rossi. Li trovi solamente rettangolari bislunghi. I pianeti dei pesci rossi e ciò è scientifico. Ora. Ora metterò cinque simbolini simpatici qui di seguito. E. Ed ognuno di voi poserà il ditino sopra quello che gli risulta più simpatico fra i simpatici e. E s'aprirà un link, al che scoprirete , in tempo reale, quanto da parte vostra siete pesce rosso in bolla tonda. A dopo.
 
Dice di festeggiare con i dolly. Dev'essere impazzito. Se voglio contagiarmi altro non devo che fare ciò.
 
I no vax saranno il vaccino.
 
Oramai ai ricchi l'avvocato serve solo per farsi indicare di preciso come cambiare una legge in modo da venire prosciolti.
 
E non è nemmeno che non sono d'accordo con voi per principio! È dal principio.
 
Siamo a la scienza per il resto del mondo contro il resto del mondo?
 
Oggi chiederei asilo ambientale agli ufo.
 
La scienza è più avanti del mondo? Logico! È la carota profumatissima penzolante, dal bastone, davanti al naso dell'asino ed il carro intanto va ed il carrettiere fuma beato fortuna. Fortuna l'equino può così di gusto scoreggiargli a piacimento sotto il naso. Fortuna.
 
Praticamente hanno fatto la sperimentazione già certi del fatto mica dovevano farselo loro.
 
Se quando non mi vengono idee mi preoccupo? Certo. Ovvio. Di vivere bene lo stesso.
 
Oggi ho incontrato una lepre. M'ha chiesto - sai cos'è la soddisfazione? -. Be' sì le ho risposto. - Descrivimela - m'ha rimpallato. Be' sì lei. Lei è come quando ti riposi sereno dopo avere fatto tutto. - E non ne vorresti una di migliore? -. Be' sì. - Allora immagina siamo solo io e te sulla terra ed incomincia a corrermi appresso, che ti stanchi, che ti viene fame, tanta fame e con lei momenti di disperazione. E che passano i giorni. E che la pressione aumenta. E che non vedi altra via e e che non riesci a prendermi e. E che finalmente dopo una settimana e quattro giorni, previo finalmente esserci riuscito, m'hai pronta nel piatto -. Eh sì. Vero. Ho rilanciato. Così in sofferenza e lotta per sopravvivere non avrebbe prezzo solo. Solo poi tu non hai di tuo anche il contorno con le patate al rosmarino e. E gran casino. Gran casino.
 
Mi scusi sa signor esperto ma non capisco. Non capisco come mai lei sta bene solo se posiziona la sua competenza sopra le mie palle. Come mai?
 
Per me l'effetto serra s'è formato prima nel cielo del nostro cervello e poi su quello della terra. P.s. ed il buco dell'ozono ancora prima.
 
La vera miniera italiana è la sabbia. No non per il turismo. A scavarci dentro ci trovi sotto di tutto e di più.
 
Dai su un ultimo sforzo. Abbiamo quasi raggiunto la disonestà etica di gregge non. Non fermiamoci proprio adesso. Ancora pochi da tramortire e ci saremo. Non fermiamoci adesso.
 
Ieri sera idea. Ho chiamato cinque amici di quelli buoni. Ho allagato il loro carburatore e poi ho detto loro ok. Ok ora apriamo finestre, porte e balconi e ci sediamo su divani e poltrone davanti alla televisione e. E facciamo finta di guardare una partita. Che mettiamo generico ed indistinto sonoro calcistico da you tube in sottofondo. Una finale deve sembrare. Un tifo vero si deve sentire. E senza nominare mai di preciso le squadre in campo ed urla e cori ed inni e boati e proteste e bestemmie e arbitro venduto o. Ovviamente. E via. Un casino. Non so. Si vede la cosa era piaciuta anche a loro. Attori nati siamo diventati. E per sotto a ridere sguaiati. E. E rigore! E fallo. E tira. Tira. Tira. E tempo due minuti m'hanno chiamato tre vicini più o meno dicendo cazzo di partita stai guardando? Non sapevo c'erano partite così importanti stasera. Ed io, tutto esagitato, che ho risposto, ad esempio, no scusa ma adesso non ho tempo. E casino ancora. E sbirciatina fuori e le finestre del palazzo di fronte s'aprivano, i passanti sostavano sguardo all'insù pensierosi e perfino la portinaia lanciò il marito in avanscoperta con vestaglia colore Italia e tutto ciò m'era molto eccitante e. E tutti che volevano sapere. Mondiali? Coppa d'Africa? Campionato scozzese? e. Ed i marciapiedi s'intasarono, le scale del palazzo s'affollarono e qualcuno arrivò alla porta e qualcuno altro entrò nella stanza e capitò sui fatti che. Che a quel punto indubbiamente, a forza anche solo di ridere, l'eravamo veramente. Veramente. Veramente. Veramente.
 
Disse: -Poi verrà l'età della pietra che c'era prima della pietra-. E. E chissà in quale dei cavoli suoi era perso.
 
Leggo uno studio dire le ultime primavere sono state più silenziose che. Che non c'è più il bordello sonoro dei volatili che. Che inorridisco che. Che vuol dire il traffico, gli aerei e le fabbriche non sono manco considerati rumore: orrore.
 
A momenti però ci torneranno utili. Gli esperti, intendo. Basterà chiedere loro cosa dice la scienza rispetto ad un problema e poi fare tutto il contrario e. E la soluzione sarà servita.
 
La riconversione industriale costa in soldi. Continuare così costa in morti e. Ed i morti non costano niente anzi. Anzi danno addirittura gettito.
 
Stavolta faccio la grana. Ho inventato degli integratori alimentari ad hoc per pantofoloni e divanisti evita palestre. P.s. Wow finalmente s’avranno prestazioni da professionista pure dal verso molto meglio.
 
Disse:- Quando morirò pregate purché io abbia pietà di dio- e. Ed un po' ambizioso fu, però rese l'idea.
 
Se le cifre vanno su in tutto il mondo, oggi della Germania c'è scritto addirittura record assoluto di contagi per centomila abitanti, vuol dire solo una cosa. I vaccinati non esistono.
 
Le centrali nucleari sono sicure a meno d'eventi eccezionali e se ad esempio ci cadrà sopra un satellite impazzito o vi si schianterà dentro una meteora bella grossa sarebbero appunto eventi eccezionali e quindi non possiamo farci niente.
 
Io sono un sì vaf.
 
Strano non abbiano ancora provato con gli hub a luci rosse.
 
Alla fine sembra scemo ma invece. Invece tutti sanno prima i controlli nelle aziende erano a sorpresa ampiamente prevista, nei tempi e nei modi, che con quel mazzolin di fiori piazzato nel posto giusto le soffiate soffiavano ciarliere e. Ed adesso ha stroncato il mercato. P.s. se mettesse il preavviso entro i dodici minuti dall'inizio dell'ispezione sarebbe un genio.
 
Il sogno di stanotte è stato eravamo nel bosco per passeggiata, io ed il mio amore ed il cane e ad un certo punto hanno cominciato a spuntare funghi. Enormi funghi di tutte le varietà. E crescevano. Crescevano. Crescevano ed inglobavano tutto e che uno ha imbarcato sopra il cappello il cane ed in un attimo era più alto degli alberi. Sono. Sono andato da lui ed ho bussato gentilmente nel gambo e gli ho detto no. Non fare del male al cane per favore. A momenti cade e. Ed è tornato giù. Ha deposto il cane e. Ed è tornato su. E comunque funghi dappertutto e la terra sparì e ci trovammo inglobati in una come dire nuova materia. In un nuovo ambiente naturale ed allorché la crescita s'arrestò, ci rendemmo conto per noi non era cambiato niente. Si respirava tale prima, si mangiava, ovviamente gustose parti di fungo crude e c'erano vento, luce, notte e pioggia e si viveva pari a prima insomma: scavando comode stanze da letto o da bagno indifferentemente.
 
Dice non è di destra né di sinistra e lo sapevamo. È di politica. Lo schieramento di di sopra.
 
Ad andare per il mercato del paese è sempre bello ma. Ma oh ecco Giorgio. Ha appena avuto un tumore. Aspetta che gli chiedo se va meglio. E là. Là c'è la Virginia che chissà se va bene la nuova anca. Ed Il sior Gino tre by pass, quattro infarti. Ed il diabete di nonna Grazia? Come si farebbe a non informarsi sulle sue evoluzioni? E L'ernia di Pier tornata dopo operata e la gotta della Miranda e l'intestino di Giacomo fa ancora l'aderenze ed i polmoni di Sergio col loro enfisema? E sì insomma ecco. Ad. Ad andare per il mercato del paese è sempre bello ma. Ma compra le patate e scappa a casa svelto che. Che, al vedere dai feriti, dev'esserci stata una guerra e chissà s'è finita. Chissà.
 
In farmacia i positivi non esistono. Ho parlato or ora con la dottoressa che m'ha fatto il tampone. Loro oramai ne hanno fatti migliaia ed i positivi si sono contati s'una mano e fra persone anziane e lei stessa dice non è tra quelli che lo fanno per lavoro e cioè fra i non bucati che gira il 19. Semplicemente non è.
 
Che bello fino a giovedì mattina ho il pass e posso andare dovunque ed invece le robe che mi danno più soddisfazione sono stare qui a casa ed uscire solo per raggiungere luoghi ameni e gratuiti e non partecipare in alcun modo o quasi, che per lavoro o gas o spesa e varie altre faccende purtroppo ancora dipendo, al vivere comune che. Che sinceramente m'ha annoiato. Che sempre la solita minestra. Che cambiano solo gli ingredienti e che alla lunga massimo. Massimo ti piace come la volta prima ed oramai mai oltre. Io. Io sono stufo, ad esempio, d'andare al cinema. C'è il telo bianco e ci sono le file e le poltroncine e si spengono le luci e si tacciono le voci e. Ed un volume assurdo quasi si frappone fra te e l'immagini e racconta, rumoreggia e musica una storia che magari al sentirla raccontata alla cascata sarebbe stata bella però. Però lì proprio no. Noi. Noi. Noi non ce l'abbiamo proprio il problema dell'ambiente. Ne designiamo uno per ogni cosa e lo teniamo per tutta la vita. Sì sì ogni tanto lo restauriamo o facciamo futuristico, bensì rimane sempre il luogo. Il cinema rimane il luogo designato unico per guardare pellicole fresche e diventa una tragedia questa. Per questioni tipo la mancanza di fantasia ed a maggior ragione s'espansa su tutti gli altri settori della nostra organizzazione sociale. Diventa una tragedia. Che ci abituiamo al vederla, la fantasia, espressa unicamente da rinchiusa in precisi ambiti, senza alternativa e solo a certi orari e si viene a formare così un malsano contesto d'ambiente chiuso nel suo ambiente e. E codesto contesto è l'humus sociale preferito dove proliferano e diventano maggioranza gli asini che si sentono purosangue dentro.
 
L'arte è ferma? No! È il Picasso che ha occupato il museo perché non vuole traslocare dall'antiquario.
 
Normale con l'eroina la terza dose è lo spartiacque e se te la fai è intrinseco hai accettato molto probabilmente in futuro avrai dei problemi. Che non sei scemo ed hai varia casistica in proposito solo. Solo al momento gira così. Gira così e basta.
 
È tutta una roba del tipo lui che dice io sono stato il primo uomo a scalare l'Everest ed io che gli rispondo no. Tu. Tu di sicuro sei solo il primo uomo che dopo averlo fatto ha voluto raccontarlo a tutti.
 
Oggi ho inventato il telo per bandiere che si stende ed ondeggia quando non c'è vento e rimane floscio lungo il pennone non appena arriva un po' d'aria e. E però niente allarmi, né drammi, in proposito. Mi raccomando. Non ho intenzione d'usarlo. Questa mia è. È cosa così. Così solo per dirvela e basta. Ciao.
 
Non vale riportare le notizie altrui. Non ha senso ed annoiano tanto quanto nel leggerle altrove. Qui. Qui su fb abbiamo la possibilità di mettere su un nostro giornale. Un giornale con le nostre notizie, le nostre cronache e le nostre opinioni e soprattutto un giornale di robe vere. E sarebbe semplice lettura di vita. Che ognuno di noi si guarda intorno o viene a sapere e riporta. E sarebbero di gioie e di tristezze e  di felicità e di tragedia ovviamente codeste notizie, uguale a quelle dei giornali peraltro, solo non cadrebbero dall'alto anzi viaggerebbero parallele a terra e. Ed almeno per quelle pesanti, riceverle in testa diventerebbe meno invasivo.
 
Disse: -Ed in futuro non dovremo mai più dimenticare che si riceve con la testa non con l'antenna-. E. E poggiò la sua per terra e. E se ne andò.
 
Alla fine lo scopo ultimo d'una scienza così impostata non può essere che creare un corpo speciale ed immortale in cui trasferire l'entità di materia invisibile ed impalpabile che adesso abita ognuno dei, limitati e mortali, corpi nostri e. E quando ciò succederà scopriremo che anche la materia invisibile ed impalpabile muore.
 
Ciao mi trasferisco. Vado a vivere nella realtà virtuale della realtà virtuale.
 
Disse: -Quando non hanno il pre mestruo ci sono anche delle streghe buone-. E. Ed io ebbi solo la ventura di sentirglielo dire. Questo. Questo sia ben chiaro.
 
Ora anche la pubblicità dei medicinali è diventata aggressiva. A guardarla ed ascoltarla sembra ti dica ammalati pure e fai tranquillo le scelte sbagliate tanto poi ci sono io e passa tutto è. È il vecchio e saggio detto curare è meglio di prevenire?
 
Tranquilli. È solo che siamo nel breve periodo di merda più lungo del mondo.
 
Se non fermano i dolly sarà come che autorizzano una strage fra i no dolly.
 
Non so che fine preciso abbia codesta scapestrata strategia del volere imporre il contrario a tutti i costi. Solo so uno ne avrà, che altrimenti portata avanti così da sola sarebbe troppo imbecille perfino nella mente di chi l'attua.
 
Hanno puntato tutto sul cavallo sbadato.
 
Non avere paura di diventare vecchio: da vecchio se n'andrà.
 
Ultimamente mi parlano strano rispetto a vaccini per cancro e queste voci mi suonano male perché finora con i vaccini erano stati curati solo i virus.
 
Stanno a cercare il cavillo di troia. P.s. figlio.
 
Sta andando tutto come imprevisto.
 
Talvolta penso alle cavie. No. Non a quelle umane che vanno di moda adesso. Ai poveri animali trattati nei laboratori. Durante la sperimentazione del viagra, ad esempio, giornate intere con il coso duro. E loro che non capivano e le loro mogli nemmeno e si creano situazioni anche spiacevoli ed un'altra volta tutta la famiglia malata ed uno solo di sano. Ch'è mezzo impazzito, che voleva aiutare ma non sapeva cosa fare. Noi. Noi siamo qui e prendiamo la pillola, però dietro c'è del lavoro altrui, che fa schiavi, morti e feriti e sfruttati, cui non diamo la giusta importanza e non va bene ed urge rimedio e. Ed adotta una cavia prima che venga adottata da un laboratorio è dunque la mia proposta per risolvere il caso. Adotta una cavia prima che venga adottata da un laboratorio.
 
Riandrà tutto bene quattro.
 
Ora stanno pure a giustiziare la giustizia.
 
Al giorno d'oggi Calimero direbbe eh no. Non vale. Questa. Questa è una giustizia.
 
Il mio sogno migliore è essere sveglio.
 
Ultimamente quando vado in un posto nella natura più che dirmi cavolo proprio bello qui prima. Prima mi chiedo ci sto io qui? Come ci sto io qui? e. E giuro delle volte sono costretto ad andarmene.
 
Ci sono ancora dei dolly convinti che altri si nascondano dentro la loro immunità ma. Ma è meglio si convincano che non esiste. La loro immunità non esiste come. Come volevasi dimostrare.
 
E va bene l'ammetto. La scienza ha in mano il polso della situazione che. Che noi invece, di lei, in mano ci teniamo più volentieri il cuore.
 
Stanno ad aspettare la scienza dimostri che la scienza non ha risolto niente.
 
È sempre così quando buona parte del mondo si sente Buonaparte.
 
Io sono solo curioso, quando l'intero mondo avrà dodici dosi fatte, di sapere a chi daranno allora la colpa che i contagi lieviteranno ancora. Forse ai protei stesi sulla schiena o magari alla luna di novembre ch'è voluta venire in settembre o al lupo che ulula sempre la notte sbagliata o a qualche tribù ignorante dei mari ameni poco ondosi? Si potrebbe addirittura indire un concorso in proposito e sarebbe difficile assai d'indovinare, però consiglio di temporeggiare prima d'esprimere la preferenza che, ragionevolmente, ci vorranno un po' d'anni al raggiungimento della dodicesima totale e. E nel frattempo molte opzioni, tipo viene con le cimici che vengono in nave o non lavate le lenzuola di mattina o tenetevi lontani i tombini durante la bassa pressione o mai le noci vicine ai crackers in dispensa la notte, saranno man mano invocate al che. Al che naturalmente verranno ad essere naturalmente eliminate, ovviamente di nuovo causa contestuale nuova diciannove prosperità, dall'infinita lista e. Ed il compito si farà meno arduo.
 
-Vaccini non sostituiscono misure anti contagio- questo. Questo lo dice oggi il direttore generale dell'organizzazione mondiale della sanità Arbore. Arbore direbbe meditate gente. Meditate.
 
Rispetto a noi ed ai bambini preferiscono sopravviva babbo natale.
 
È fantastico. Accusano il mondo intero di sbagliare tutto e non indovinano niente. Niente. Niente. Niente.
 
L'unica cosa che non dimenticano mai è d'avere la memoria corta.
 
C'è una grave differenza tra un dio che fa un miracolo ed un miracolo che fa un dio. Gravissima.
 
Se vogliono un futuro devono prendere i bambini.
 
Hanno sguinzagliato i bugiardi di stato.
 
Fa anche ridere. Ad un signore di 91 anni che ha detto loro non sprecate dosi per me, semmai datele a dei giovani hanno risposto non è un eroe chi non pensa agli altri qui vicino. Ps. Capito l'ultimo ribaltamento sociale? No? Be' allora ve lo spiego io: pensare esclusivamente per te è la massima forma di rispetto verso gli altri.
 
C'è una persona squisita qui da me che il sabato prende e va per campi e colline a raccogliere infami rifiuti lasciati da imbecilli e trova di tutto e porta in discarica e. E gli imbecilli allora buttano più volentieri di prima e con la coscienza più tranquilla che. Che adesso c'è chi raccoglie.
 
Dice non potevamo sapere della terza dose, la scienza va per tentativi e. Ed è esattamente tutto quello che volevamo sapere. P.s. tentativatevi fra di voi.
 
Oramai la gente non può più nemmeno farsi cadere le braccia che. Ch'è costato troppo il tatuaggio.
 
Una volta gli scienziati provavano su loro stessi le nuove scoperte ma. Ma a giudicare da come sono mentalmente ridotti è molto possibile lo fanno anche adesso.
 
Il giorno in cui mi presenteranno un dolly che s'è bucato perché aveva più paura per me che per lui, quel giorno resusciterà la mia solidarietà sociale.
 
Io con la fantasia ho visto un cavolo scomparire sotto un bambino. Io con la fantasia sento il tuo sonno che profuma l'aria ed allora la sbuccio. Io con la fantasia ho toccato ali sbucare dalle branchie di mia zia, che difatti ora è volata via e. Ed io con la fantasia ho convocato la cicogna che s'avverasse l'utopia. Io con la fantasia incontro dovunque chicchessia, non vedo nei campi farfalle in terapia, invento che per caso la linea non mi cada in anemia e. Ed io con la fantasia pure consolo l'insalata che. Che nella giostra per asciugarla ogni volta si prende una crisi d'epilessia. L'ho. L'ho già detto ed ivi. Ivi ripeto. Serve una scienza o in subordine una forma di pensiero o un manifesto o addirittura una legge che tuteli la fantasia. E serve urgentissima. Per tentare di portarla via dalla nostra scortesia. Per farla di nuovo viaggiare fuori dalle rotte del guadagnare. Per avere nuovamente la gioia di sana auto ironia. Per. Per trovare un futuro dove non sembra più che ci sia. Per trovare un futuro dove non sembra più che ci sia. Per trovare un futuro dove non sembra più che ci sia.
 
Caro maschio per quanto omo o etero che tu sia credo sia il tempo d'allungare il cervello oltre la punta del pisello.
 
L'autunno non è il tempo del bianco e nero, solo il grigio fa capolino. Che la nebbia prova ad isolare la quercia, ma lei ha messo i catarifrangenti. L'autunno è la stagione delle foglie in posa e della piccola ragnatela, fra radici esposte, che fa le brillanti bolle d'umidità in fila e. E della tana che si chiude da dentro causa necessità. L'autunno però, non lo scordo, è pure intimità ed intimismo. È il tempo di fissare le cime dopo fatto le somme. È tempo di comignoli innamorati. Di minestroni fumati. Di divani impegnati e d'istruzione. È sempre una buona età per imparare. L'autunno. Ti metti lì e capisci la tua forza. Che sei bello stanco. E quella del fiume. Ch'è bello gonfio. E quella del vento. Che tira il memento. E quella della bellezza. Che sprizza e lazza a piacimento. Non. Non mi piace l'autunno. È vecchio. L'autunno. Sembra le cose accadano tutte e tutte le volte, unicamente per natura. In autunno. Non so se mi spiego. Ancora per natura a me. Un affronto. A. Ad evolvere e portarsi al tasso con i tempi no eh signor autunno?
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 1370 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • gatto
  • Catilina
  • live4free
  • Antonio.T.
  • Francesco Andre...