Di un tipo che vi faccio conoscere volentieri | Lingua italiana | sid liscious | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Di un tipo che vi faccio conoscere volentieri

Me lo descrivo dunque il mio personaggio interno "uomo" amore.

Non capite?

Ah vabbé! allora vi dirò...

sto parlando della persona che sento dentro dalla struttura corporea indefinibile per l'alfabeto ed avuta dalla vita in dono.
Cioè di colui che m'attiva la funzione innamoramento ed altre virtù amabili per intenderci e finirla d'essere contorto.
E comincio subito chiaramente.
E' bello nobile forte e proprio come le figure che si distinguono.
Cammina con fiero andamento e vorrebbe sul serio fare del bene all'universo intero.
Lui annusa l'aria con presenza disinteressata o aleatoria ma si dimostra molto sensibile verso le vite e non le accetta mai prigioniere o sottomesse o sopravvalutate d'egoismo.
Poi cerca anche d'intervenire... per quello che può... allorché sente puzza d'ingiustizia e ciò è onorevole nonostante alla fine non riesca mai a castigare severamente il marrano... perché lui sa d'istinto quanto la punizione e la vendetta siano vicende praticate da stati d'animo inferiori.
E fino a qui m'incontra nel centro e...
e pertanto direi che siamo abbastanza in sintonia... così aggiungo pure lui sembra deambulare contento con me in giro per il mondo.
Vuole conoscere ed esplorare e trovare connessioni curioso in tutte le immagini che lo sguardo mio gli fa pervenire.
Adora i paesaggi... gongola estasiato mentre si specchia nel senso d'un gesto... gode dello scalpitio dei bambini e si vergogna arrossendo le gote un pochino quando incontro persone.
Ottimo... quindi ancora azzarderei.
E fa anche ovviamente e probabilmente contemporaneamente ogni giorno comunella e talvolta baldoria con i suoi amici interni... finché non scende la sua sera e si stende sotto l'albero del cuore allo scopo di dormire rilassato... indipendentemente dagli affari miei e dalle fasi ambientali che attraversa la mia giornata.
E qui cavolacci ha un difettino di forma.
Una piccola carenza azzarderemo.
Dormendo infatti normalmente pari a tutti sogna ed in questo nulla da ridire o rimproverare bensì laddove nel suo sogno appare... stranissima coincidenza... la persona sua corrispondente figura interna appartenente al corpo che io sto realmente incontrando... può darsi per la prima volta... in quel frangente ecco...
all'istante si sveglia di soprassalto ed è tutto agitato.
Fa pulsare veloce il cuore ed immediatamente va in cerca della sua gemella dolcezza e la rianima e rigenera lesto  l'affetto ed alla generosità ed alla gioia del vivere toglie le ancore.
Corteggia insomma... con un discreto stile sottolineeremo... l'entità amore abitante dentro la donna che io forse m'appresto... diciamo causa svariati motivi tipo lavoro ecc ecc... a frequentare coinvolgendomi e qui serve un bel purtroppo nel suo trasporto.
Oh!
Intendiamoci lui fa tutto con classe... se non che in quei momenti viaggia dannatamente un tot fuori dalle rotte normali.
Si sente protetto ed al sicuro avvolto dalla dolce tormenta di panna tipica del caso e di per cui esageratamente autorizzato a perseverare nei suoi intenti al punto tale...
al punto tale non è nemmeno considerata l'altrui reazione.
Né la mia né quella del soggetto incontrato né la di lei interna figura a lui corrispondente ( che magari stava invece  smodatamente sveglia ).
E viaggia perciò privo di dubbi e fiero di sé e convinto in quel miscuglio di passione desiderio coinvolgimento trasporto ed altre calamite varie che l'ha catturato però...
però viaggia minimo senza badare al vento agli incroci ai semafori ed ai passaggi a livello tanto che...
tanto che finisce "frequentemente" per essere investito da un treno in corsa rimediando grande inaspettata sorpresa e tagliente ferita.
No!
Tranquilli non muore.
Semplicemente resta dapprima un pò in coma.
Dopo riapre gli occhi dubbioso e rimane lì sulle sue in ammollo nel suo brodo altro tempo... probabilmente  cercando di definire chi tra lui ed il sogno c'è rimasto secco nell'impatto... ed alfine una volta decantato fa l'insonne  durante lunghi mesi o in talune occasioni per degli anni addirittura... al che...
al che tocca a me d'alzarmi e pedalare considerato rimangono svariate situazioni comunque da perseverare... in attesa lui si rianimi e riprenda ad annusare.
Bene! questa è in breve riassunto la sua favola ed è parecchio surreale e...
e sinceramente non so se me n'è capitato uno di sballato o particolare rispetto a voi ma...
ma so che malgrado tutto mi piace e diverte tale è... e che alla mia storia quando il sogno riesce a vedere ricambiato dona una leggerezza celestiale.
Ergo ora che con l'esperienza l'ho "imparato" decisamente non lascerò nulla d'intentato se lui darà mandato... in quanto di più vitale e morale e spirituale di codesto simpatico "scemotto" sulla terra incontro poco che non si nasconda o necessiti di qualche spinta dal contenuto d'una squallida pinta.

Dal contenuto d'una squallida pinta.

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2888 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • vinantal