Lei | Lingua italiana | sid liscious | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Lei

( "Lei" di Jonas il raccattapalle )

Lei.
Lei  era certamente un po' sventata però...
però nel contempo riusciva sempre a mantenere una totale etica naturale unita ad un certo contegno sociale.
Un'etica ed un contegno particolari se vogliamo ma pur sempre basati su elementi importanti.
Lei.
Lei per dire lo stendersi al sole in spiaggia di suo avrebbe preferito poterlo fare nuda se non che... se non che ben sapeva  non dappertutto stava possibile in quanto la gente ha giustamente i suoi principi e le sue opinioni quindi... quindi s'adattava consapevolmente ed usava il monokini e dunque si sentiva felice e si presentava sulla sabbia estasiata dall'avere quasi realizzato il suo volere e pure quasi accontentato il diverso solo che... solo che metteva il pezzo di sopra del bikini e... e lì capperi incontrava diversi indotti spiacevoli.
Lei.
Lei ce l'aveva il fidanzato.
Bello simpatico moro e slanciato.
Lei di suo l'avrebbe voluto sempre al suo fianco nella gran via per lo shopping o sopra il letto dedicandosi al maneggio bensì... bensì lui spesso partiva per andare a lavorare di là del mare sull'altra riva e... e non ha mai capito quel loro biondo amico comune perché... perché non si fosse concesso pace finché non ebbe confessato a lui il loro comune tradimento.
Lei.
Lei comunque si difese con ordine e veemenza.
Io non ho tradito nessuno tanto meno te tesoro mio.
Sì col biondo abbiamo fatto l'amore che significa?
Significa che t'ho venduto al nemico?
Che ti rubavo segreti per passarli alla concorrenza?
Che ho raccontato alla polizia il tuo piano per rapinare la banca e t'hanno aspettato lì ed ora sei in prigione per vent'anni?
Eh no mio caro ribadisco io non ho tradito nessuno.
Men che meno giusto te.
Lei.
Lei non era credente ma come visto coltivava certamente una morale così... così ogni tanto s'andava a confessare.
Al che il prete le chiedeva ha fatto peccati sorella? e lei rispondeva sempre puntuale e convinta padre io... io purtroppo dico le bugie.
Solo questo sorella.
Solo questo padre.
Niente bestemmie masturbazioni parolacce e tanto rispetto per i genitori?
Giusto padre.
Gliel'ho detto ho un solo difetto dico immancabilmente e dappertutto le bugie.
Perché proprio con lei dovrei smentirmi soprattutto considerando così diventa inutile anticiparle il rimanente?
Lei.
Lei andò al corso di meditazione.
Gran silenzio stupende statue strabilianti arazzi incantevoli tappeti ed un insegnante anziano pelato con barbone.
Signori guardiamoci in faccia ed ascoltiamoci dentro disse costui durante la presentazione siamo... siamo qui per dare una svolta alla nostra situazione.
Per costruirci un futuro diverso percorrendo un sentiero che appunto liberi dai motivi vessotori che ci hanno portato qui.
Lei.
Lei disse veramente... veramente io non ho niente che non va a meno che quello da voi sottinteso non sia la curiosità.
Ho sentito c'era una nuova esperienza da fare... l'ho trovata intrigante ed eccomi qua.
Ed ora per favore non mi risponda il suo tarlo vitale è il tempo libero in quanto dovrei dedurre la sua filosofia abbisogna d'individui disagiati per poter essere praticata.
Non posso frequentare il corso nonostante non abbia niente?
Lei.
Lei crede di non avere niente signorina rimpallò il maestro e da quello che dice risulta evidente
Ah sì! perfetto concluse lei.
Allora mi scusi però preferisco passare il mio tempo libero diversamente.
Di scoprirmi disagi non lo trovo infatti per nulla divertente.
Lei.
Lei era così.
Io.
Io sono Jonas il raccattapalle delle sue partite a tennis e lei...
lei giuro giuro giuro mi fece innamorare perdutamente.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2565 visitatori collegati.