Nonno (ancora tu) | Poesia | stellasenzacielo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Nonno (ancora tu)

Conto i grammi
di ciò che mi resta
e a pugno aperto
scivola via con leggerezza
      [verso il fondo].
Mi sento di conficcare lo sguardo in cielo
per provare a ricercare il relitto di un tuo sguardo
e vedo che si è fatto più chiaro
e vedo che alle volte c'è un ululio denso al suo interno.
Ogni cosa è rimasta uguale,
niente è cambiato:
il rosso dei grani di sabbia
le spalle millenarie dei mandorli
ma c'è qualcosa di ancestrale e alieno
è come una presenza ancorata alla terra
la cui ombra veleggia sulle piume degli oceani.
Mi trovo lontana
uno schiaffo di balena mi ha sospinta
e sono vicina ai gemiti di quei  gabbiani
fluttuo a mezz'aria
senza mai sapere dove e se deciderai di tornare.
È che a volte 
      [a volte]
manchi da morire.
                                                                                                                                              
Caterina Manfrini
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2651 visitatori collegati.