Or io dico | Poesia | taglioavvenuto | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

Or io dico

C'è sopra il mare tutto abbracciato
il tremolare quasi d'una maglia:
in fondo in fondo un ermo colonnato,
nivee colonne d'un candor che abbaglia:
 
una rovina bianca e solitaria,
là dove azzurra è l'acqua come l'aria:
 
il mare nella calma dell'estate
ne canta tra le sue larghe sorsate.
 
O bianco tempio che credei vedere
nel chiaro giorno, dove sei vanito?
Due barche stanno immobilmente nere,
due barche in panna in mezzo all'infinito.
 
E le due barche sembrano due bare
smarrite in mezzo all'infinito mare;
 
e piano il mare scivola alla riva
e ne sospira nella calma estiva.
Giorgio Orelli
 
Or io dico.
taglioavvenuto
 
Vi chiedo di commentarla, se vorrete, facendo esclusiva attenzione alla rispondenza tra i significati e i timbri delle vocali toniche dei tempi forti.
Grazie
Gabriele

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2498 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry
  • Antonio.T.
  • luisa tonelli
  • Gigigi
  • Marina Oddone