A garganella le ore | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Agatha
  • Giovanni Rossato
  • PIERO COLONNA-ROMANO
  • Nuvola93
  • Paolo Melandri

A garganella le ore

mi consola, quando mi sento perso
sapermi al momento seduto e fermo
al tavolo, scrivendo a garganella.
Ma solo per poco ciò mi conforta:
poi che mi vedo commosso che è notte.
Oddio, realizzo: ma ci siamo mossi!
La Terra sta andando d'intorno al Sole
e noi con essa che su se stessa ala.
Si che la Luna non ci confonda oltre
ci si contorce per non averla storta.
A pensarci meglio, ci proverei  sai
ad immaginarmi che, come tutti
gravitando pianeti intorno al Sole
così anch'io stia ammoinando, Orfeo incorporeo
adesso che per me scocca ora astrale
a farmi già svanito: ci penso, sai?
Nemmeno nel sonno riesco ad esserlo
sicuro di stare fermo a letto: a me
svaporano insonni comete intorno.

ritratto di Giuseppina Iannello
 #
Versi profondi che esprimono l'inqiuetidunine del tempo che volge, senza lascaici soddisfazione alcuna. Ti condivido e saluto caramente.
 

 #
Grazie di cuore mia cara Giusy più che mai gentile. Anche a te un carissimo saluto.
 

ritratto di Marina Oddone
 #
E' bello essere così piccoli in un universo così grande...da sembrare granelli di sabbia
un miracolo che ha del meraviglioso...dovremo incominciare a pensare a questo per
capire quale regalo abbiamo su questo pianeta...complimenti un carissimo saluto
 

 #
Hai perfettamente ragione anche tu, mia cara Marina: l'infinitamente piccolo ha un fascino ed una rilevanza per nulla inferiore all'infinitamente grande. Ed è proprio per questo che, come dici tu, dovremmo tenerci cara questa briciola di universo che ci sta sotto i piedi.
Grazie di cuore con anche a te un carissimo saluto
 

ritratto di Virgo
 #
Sembra così impossibile che intorno al nostro essere, così piccolo e limitato negli spazi e vincolato dal tempo, esista un universo infinito, così immenso da non poter essere incamerato nemmeno dal pensiero, così sconosciuto ed estraneo, eppure così inconcepibilmente intrinseco nel nostro io.
 

 #
Sì, mia cara Virgo, anch'io riesco sempre a meravigliarmi a fronte di simili relazioni tra noi viventi e l'universo: così piccoli e insignificanti, però in grado di contere l'universo in se stessi, al punto da essere ognuno un universo a sè stante.
Grazie di cuore più che mai
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1973 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdigiordano
  • Rudy
  • Bowil
  • live4free