Posa ch'è dubbiosa | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

Posa ch'è dubbiosa

Così, almeno, speranza ho di vederti

pur tra cento spettatori confusa,

 nel gran teatro dalle vene aperte

a sipario aereo strappato d'imperio,

 

già con una sceneggiatura  per me

inscritta con inchiostro, irraggiato oro

fasullo, dai mille soli infernali:

quelli invernali tanto freddi e vaghi

 

avvolti dalle nebbie delle logge;

mescolati assieme, quelli d'estate

marchianti a fuoco la cute con raggi

d'acute sinfonie irritanti i pori

 

che, a darci spago, sprigionano rossi

sfoghi, ad ogni appuntamento puntuali.

Come la morte di scena che sbotti

e a ogni battuta rimbrotti precisa 

 

posti a sedere assegnando casuali.

Si che, feroci, ci si gratti a sangue

peggio d'aver d'una guerra la rogna

e alla gogna si mettesse la pace. 

 

Così, almeno, speranza ho di vederti,

ma tu dimmi, ora che ti vedo seria

fissarmi aria di rovine fumanti,

che parte mi spetta in commedia ad oggi?

 

Sai già che sul proscenio  taccio incerto:

rifuggo dal dar seguito a commento

soltanto assumo posa ch'è dubbiosa.

Così, almeno, speranza ho di vederti.


ritratto di Virgo
 #
Nel palcoscenico della vita siamo parte di uno spettacolo; alcuni ci guardano, altri sono distratti e pochi ci ascoltano.
 

 #
Ben strano palcoscenico la vita: alcuni ci recitano a soggetto improvvisando, altri ci si limitano a far da comparsa,  i più ci si conformano al copione.
Grazie di cuore carissima
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2388 visitatori collegati.