Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giorgio moio
  • Giuseppe54
  • Giuseppe Rongaudio
  • Gabri
  • Ignu

Blog

averti come padre

Farsi colore un sogno d'aria
nelle tue dita
sento.
Tu che fiore e mare o casolare
alla luce inventi.
Mi dici che l'arte è musica
che ulula estrema al cuore.
Averti come padre
mi lascia serenità alla radice.
Di te uomo
ogni giorno amo invenzione segreta,
morso d'arcobaleno che fugge.

Il Colore della Fine (Iro no owari – haiku)

Il Colore della Fine (Iro no owari – haiku)

Inconsapevole,
recita la Bellezza.
Foglia d’Autunno

Marc Chagall birthday

Marc Chagall birthday

Marc Chagall birthday

 

Frammenti di Rosso Venexiano

tag: Vernissage

Notte di luna

 

Luna, tu luna, in questa pace occidentale se
fuggono le stelle e a poco a poco
tutto riapparirà, le transenne oltre il vento
le sbarre per passare si alzeranno,
non chiedermi Luna, ragazza Luna,
dove arriva il tempo, dove arriva la cripta
per decriptare la vita. Il viatico è teso
è il risveglio e tu, aiutami, lettore
di neve pura, non ipocrita fratello

 

Noi di Rosso Venexiano

Il centro

Calma piatta nella mia anima inquieta
Calma di un tramonto inerte
fatto di sole e sabbia

Scende pulita dentro una lacrima di  di cristallo Swarovsky
che racchiude il tempo che non ho passato con te

Tempo che mi sussurra di noi
facendomi di ogni istante una lama che mi entra dentro
per il fatto stesso di non averti accanto a respirarci il respiro

E corro bendato lungo un filo sospeso
inseguendo il sogno sognato dei tuoi occhi carbocini
che unici mi descrivono il cento esatto dell'amore

 

 

Angoscia

Chiudo gli occhi e ascolto,
l'oscurità mi da pace.
Oggi la tristezza ha scelto me
e dove l’infinito sembra diradarsi
inizia il mio tormento.
Sono molte le domande,
ma hanno poche risposte.
E lei la sento che mi graffia,
ma non può farmi male,
in questo silenzio dipinto di ricordi
dove si sente solo il rumore
della mia angoscia.

Franco

Rex

di Odo Tinteri

io con te

 io con te
colmo delle tue abitudini
la mia vita
 
aspettando una carezza
per respirare amore
 
mentre bagno di lacrime
la tua assenza
 
sentendo i silenzi
che colmano i giorni
 
amandoti
senza sapere perché
 
io con  te
 
e in un sogno
mi salvo l’anima

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2243 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • woodenship