AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

blog di Alexis

Beware of the Owl - Non prendersi mai gioco di un gufo

[img_assist|nid=9087|title=Beware of the Owl - Non prendersi mai gioco di un gufo|desc=Illustrazione di un mio racconto|link=popup|align=left|width=150|height=200] Questa è un'illustrazione che ho curato io stessa per un racconto da me precedentemente pubblicato su queste pagine.
Il risultato è stato abbastanza soddisfacente rispetto alle aspettative e, dato che lo ritengo parte integrante del mio progetto di espressione artistica,

«E i suoi occhi sembrano quelli d'un demonio che sogna*.»

Ardono e brillano nell'oscurità di una stanza vuota,
di case abbandonate in cui legna e fuoco
si specchiano e danzano sull'iride
di pupilla viva.
  

Il mio amico Franco [ all'amico Franco Pucci ]

Il mio amico Franco mi ha condotta a pensare
se per caso la vecchiezza non foss'altro che uno stato mentale.
 L'amico Franco mi ha portata a scoprire

Ad una Nonna

Probabilmente non ci sarà più nessuno
a preoccuparsi di ciò che mi piace,
della mia colazione abbondante,
dei miei malditesta inventati.

Non prendetevi mai gioco di un gufo

Salve a tutti, mi chiamo Jean Coureaut, meglio conosciuto come "Il Gufo".
Emisi il primo vagito ventisette anni fa in quel di Bordeaux, accompagnato dalla buona stella della malasorte che, come ogni fedele amica, non mi ha mai abbandonato.
Nato sotto il segno dello Scorpione, a novembre per il giorno dedicato ai defunti, avrei potuto chiedere al Supremo Consiglio Divino qualcosa di meglio, un mercoledì delle ceneri ad esempio, ma mi accontentai di quel nefasto ma bizzarro giorno che mi diede i natali.
 

Stati di reciproca indifferenza

Stati di reciproca indifferenza:
desideri coltivati a metà
senza la voglia dell'oltre.
 
Alexis
19.10.2010

Inno a Mudjekewis

Io, creatura del crepuscolo
che stanzia fra il gelido risveglio invernale
ed il tiepido sonno d'autunno.
Io, che non conosco pace
o sublime tregua

Hydra

Vorrei espandere le mie braccia, moltiplicarle, come fossero innumerevoli teste di Hydra.
Perdermi con le estremità di ogni fibra dentro il gioco sensuale dell'infinito, provare il brivido della fusione con la vita permanendo creatura dotata di forma finita.
Ditemi, come è possibile mutare la densità della superficie, rendere liquida l'epidermide per connetterla alla gassosa e lucente consistenza dell'anima? E perché, nella mia eterna visione di ascesi, vedo il mio corpo orribilmente deforme congiungersi al più profondo nero?

The Jolene's Wonder ≈ by Alexis

Deserto Blu

Un deserto tinto di notte,
del lieve ondeggiare delle nuvole
immerse nella luce riflessa del sole
che accarezza il dolce viso della luna.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1907 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Gigigi
  • Marina Oddone
  • Rinaldo Ambrosia
  • luccardin