AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...

blog di Fausto Raso

Il «latinorum»

Quella romantica diligenza

Andiamo al cinema, ma non mascherati

Troia: città e donna di malaffare

A cavallo! Andiamo in Borsa

Intendere e capire

Perché noi "udiamo" ed essi, invece, "odono"?

Vi siete mai chiesti, cortesi amici, per quale motivo il verbo “udire” cambia la vocale iniziale “u” in “o”in alcuni modi e tempi nel corso della coniugazione? La “u” non è parte integrante del tema o radice del verbo? Come si giustifica, dunque, quella “o” in io “odo”? Il verbo è “udire”, appunto, non “odire”. Perché, insomma, noi 'udiamo' ed essi, invece, 'odono'?

Il facchino, la merenda e la... meretrice

Divagazioni sulla lingua italiana

Ah, se fossi figlia unica

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1304 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • Marina Oddone
  • Rinaldo Ambrosia