AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

blog di luccardin

siamo solo in noi

Potremo mai liberamente amare
se non apriamo le mani
verso chi con occhi indifesi
chiede amore.
Siamo solo conchiglie morte

solo amore

Nasconditi amore
nel silenzio degli occhi
ribbolli anima
innocente candore 
che dal viso traspari.

sasso

Sasso pietra macigno
o per quanti nomi hai
nel guardarti
dimostri i tuoi millenni 
bello ruvido plastico tagliente
assumi forme cosi varie 
che accendono la fantasia
nel darti movimento
vita alla tua staticità
ma nel tuo difficile equilibrio

poeti

Siamo poeti
mendicanti di parole
disperse nel nostro infinito
per dare forma
all'irrealtà dei nostri sogni
in quella visione
che altri non vedono 
se non aprono la porta
del loro cuore
al fiorir di nuova vita
nella poesia che illumina

la mia sola sposa

 
Di quale mia vittoria
ebbi a raccontare
io non ricordo
ne menzionar potrei 

la vita

 E' un traslocar
di porto in porto
il nostro vivere
 
Con i bagagli appesantiti
da quotidiana esperienza
siamo sempre pronti
ad affrontare le insidie
 che il destino in ogni viaggio attira
 
Come Ulisse
cerchiamo di ritornare

labirinti

 Stringimi l'anima
che l'attimo di perderti
l'ho già vissuto
Se il tutto diventa niente
quando il soffrir dell'amore
negli addii travolge l'estasi
aprendoti la strada
ai misteriosi labirinti del dolore
In quel ritorno alla vita
che non trovi dentro di te

guardare l'amore

 Quando il sole eclissa nel mare
la sua parabola di vita
nasce il tramonto
fiamma di colori intensi e vivi
che al bussar della notte
tramuta il cielo
in un variopinto lenzuolo 
di luna e stelle
portando l'anima a vagar tra l'infinito
or giunge in punta di piedi

venezia

La notte è un porto di storie antiche
Tu nebbia sensuale di fine estate
surreale mistero di cavalieri e nobildonne

chi sono io

 Sarà il fato che ci vuol unir
come presagio di sibille greche
se nel tuo scriver di pugno
hai vissuto la mia vita
in un passato di cui
non ho memoria
se del presente son di me 
sol testimone.
 
In attinenze che sono di mistero

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 4263 visitatori collegati.