AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di Manuela Verbasi

Io sto bene, e tu come stai?

 Sto bene, mamma!  
 
Dissolto l'incubo, evaporato e diluito, andato così com'era venuto. Eppure ancora fatico a credere sia finito davvero, il terrore che ricapiti impedisce di rilassarsi, finalmente.
 

Cose Così [in chiaro]

Dall’infinito alla terra
in ogni sospeso che strappa, gemmerò
di buio acceso, svettando
in chiaro, un raggiare di rose.
Ormeggiato ai capelli
dei giorni infuriati, artiglierò
ammanettato ai respiri
fino a sfumare in petali neri,
ultima scia di rondini.
 
Manuela

Cose Così [d'aria immobile]

Dilaniato
ridotto in farina di vetro
spalmato sul ventre
raccolto a baci e inumidito
 
ripreso, urlato e rifiorito
 

Cose Così [d'amore e altro]

Bocca di fiato
curva incisa sulle palpebre
dove dissolvere man mano
l'anima
 
affonda tra flutti di fiume 
in me che narri l'amore
non ci si perda 
nel lamento a riscriversi 

si guardi in viso 
un vissuto a cavalcioni
di stelle puntate
a stracci d'amore

a silenzi rimossi
 
Manuela

 

 

Cose Così [briosa]

Cose Così [bla bla bla]

Parlarci per ore, fra battute ed altro, produrre un numero esponenziale di parole che legate divengono considerazioni, motivi per riflessioni da portarci in tasca per almeno due giorni, sviscerarne i doppisensi, crearne quando non ve ne sono...
un gran lavoro se vogliamo, a cui non opponiamo resistenza.
Concatenandosi i pensieri di uno e dell'altra producono altri pensieri, infinite possibilità di ragionamento. Inserendosi nella mente, questi ci costringono ad affrontare prima di tutto noi stessi, le nostre fobie, i nostri blocchi ben nascosti, le cose che preferiremmo accantonare o che da soli non vediamo, riprese e portate in superficie, quindi neutralizzate, o, fatte fiorire se sono germogli. Ramificazioni, come quando un sasso buca il parabrezza.
Capire noi rivedendoci in un altro essere umano (la specifica è d'uopo), apparentemente diverso eppure così affine, scoprirsi nelle analisi di sensibilità ricevute e rese, fa salire di un gradino se si è in un percorso paragonabile ad una scala. 

                                                                                                                          Manuela

Cose Così [dalle finestre]

Lo stesso odore dopo ch'è piovuto sulle rotaie del tram che hanno divelto gli asfalti. Da sopra, dove sono, cupole di nylon sui raggi piegati degli ombrelli rotti. Il numero importante di raggi verso il centro mi dice siamo davvero in crisi. Quanto costa un ombrello non di marca, cinque euro?
Su chi cammina in fretta, un'acqua fresca s'accanisce di strisce trasparenti e vento.
Vento ai mal di gola.
Un cane porta il padrone al guinzaglio, uno tira e l'altro si punta.
Questa è Mestre, signori.

Manuela

Cose Così [di mussola]

S
    connessa
vago con la consistenza di un ectoplasma dilatato da una lente verde.
Il peso soffocante dell'amarezza
fa che

Cose Così [pathway in monet's garden]

Cose Così [di rosa e d'azzurri]

Possono gli azzurri incontrare i rosa, allontanarli dagli infiniti toni di grigio degli ombrelli rovesciati. Raccoglierli dalle ombre dei fiori sfogliati e secchi, spruzzarli di rugiada brillante. Sostenerli.
 
Felicità è un raggio di luce che punta al petto, sulla sinistra, il cui riverbero risale come freccia, al centro finanche la gola a riempirla.
 
E' lo starti dentro, la salvezza, lo starmi sempre tu, come una canzone nella testa che non vuole andare via, sorriso sospeso di occhi in amore.
 
Manuela
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1934 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • nubi
  • luccardin
  • Raggiodiluna
  • Antonio.T.