AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

blog di Nievdinessuno

Otherside

L’altra parte di me era scura
come una dose di nicotina
mangiata dal vento
quella notte,
fu allora che mi chiesi il perché

****

Da dove sono
cavalco immobile sostanza
fatta da palafitte di carta
rette ancora dalla penombra
di uno sguardo al nulla,
 

Amabile Follia

Un cappio è più facile
della sensualità di una forbice
finta seduttrice
di capelli mossi da vendette
scagliati tra le mani

L'Essenziale

 
Così gli alberi, le foglie
scelgono libere
il modo con cui cadere
qualche centimetro sotto la paglia del davanzale

Poète Maudit est le Monde

Mi accascio al suolo
misurando una mannaia
coi centimetri del collo
ne riconosco la lama
 
è l’esistenza,
 

Quel Vizio che chiamavi Amore

Tieni la sottana accartocciata ai palpiti
e il cuore va giù, altrove gli conviene
dove alla sera sei nuda
ombra di una bellezza immota

L'Istruzione di una Puttana

Profilassi da catene
segnate al bianco tessuto
lampo buio cieco
gliel’ha prestato
come la vista grondata tra le ciglia
e briciole

Il Giorno delle Calendule

Le calendule splendevano sopra un lago in cui i pesci nuotavano naufragati altrove. La steppa era di un altro colore, diverso dal verde.

La Giocatrice sul Nulla

Ho trovato la certezza
cura di una carezza
che da bambina mi hai dato
su prigioni di cartone
in cui osservavo lentamente il mondo

Quel giorno in cortile, Madre.

Qui, ogni cappio si allenta
nel legame sorto
alle spalle di tramonti senza spighe
campi ausiliari calpestati
dalle nostre orme di bambini

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2865 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • ferry