AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di Pinotota

Sfumature

Il sole  tra le foglie
illividisce sull'acciottolato
gli scabri profili
di caduche magnolie
mentre animose
l'accompagnano  le brezze
scivolando da ponente
e carezzando la valle.

Arriva l'ora
in cui le ombre ondeggiano
su instabili fondali,

Un sogno senza palpebre

sogno senza palpebre.jpg
L'inerme desiderio
di una vita tranquilla
come miele scorre
tra orlo e precipizio
nel moto infimo
di uno scialbo tacere.
 
Nel buio dei miei occhi
mi perdo
in impudica finzione
di un sogno senza palpebre
forse evidenza forse mistero

Crudeli geometrie

Un ciuffo d'erba secca
in tasca
una zolla tra pietre nude
alle spalle
sudore fango e di cane
lo sterco

uno stupido sorriso
sulla faccia
su tutti i forse
spenti
in un pugno di polvere
al limitare del vento

tanto forte ti tengo

Due grammi d'amore

due grammi d'amore.jpg
Ormai maturo lo sguardo del grano
gli alberi vezzeggiano l’aria del mattino
e si smarrisce e si rincontra
l'abbraccio delle spighe
nel soffio di una brezza giocosa,
affannato riflusso oltre l’iniziale fremito
del chiarore.

Ci attardiamo ai confini dei campi,

Conflitti e misteri

CONFLITTI E MISTERI.jpg
Agisco sul sottile lembo
che mi separa dal silenzio
l'irriducibile tentazione
del mutismo
il sogno di una quiete
di un arresto
di una sospensione
ma non vedo appiglio
e affiora l'invincibile
malinconia
una sorte di sole nero
al quale l'anima
non riesce a sottrarsi

38 - Il primo vero amore


Ancora un capello bianco o perduto
qualche segno sulla pelle
e sto al mio centro immoto
a conservare la percezione dell’esistere
in questo frammento transitorio
e eterno.
 
Raccolgo  nel palmo della mente
quelle briciole d’amore mai disperse

2- Del tempo e delle cose

Faticosa la vita e non serena
sapendo che presto
saranno nostri gli  occhi
delle cose.
 
Pause sempre più lunghe
nell’inquieto turbinio del fare
in un tempo che non passa
- mai -
 
e con te amico mio
vorrei che in quest’oasi

Afflato di primavera

goccia su foglia.jpg
Alba che incanta
la vertigine dello sguardo
scompigliando i ruderi pensieri

le foglie morte di ogni essenza
macerano nell’umido
e gocce d’argento
corrono come vermi
rotolando al suolo
dolcemente senza suono.

La cerniera si apre
sul seno della primavera

Partir c'est un peu mourir

nebbia1.jpg
Partir c'est un peu mourir...
nel rito dell'addio
che cancella non meno
della definitiva assenza
presenza di labili parvenze
tessute di memoria,
 

il cadenzato suono di voci
mi avvolge come la nebbia
di questa disperata metropoli
nel cui vuoto smarrisco

L'inganno

l'inganno.jpg
M'imbevo del tempo
che non passa mai
serro in gabbia gli ideali
e mi abbandono al vento
che muta...
cucimi gli occhi
ti prego

mentre un saggio
o forse un pazzo
cammina sulle acque
e mostri con l'aspetto
di innocenti messaggeri
devastano la terra...

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2102 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Eleonora Callegari