AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Daniele Santovetti
  • Vin
  • Sara
  • Stefano Siracusa
  • Verena_inpuntad...

blog di Silvia De Angelis

Cormorano

cormorano
fastose e semiaperte ali sulla cresta oceanica
ventolano dolcemente nell'etere
abbozzando con tenacia linea d'agile cormorano
insinua delicata pausa
immerso nell'equilibrio accalorato d'un sole cocente
fra lievi flutti marini e trasognante salsella
deciso inclina il becco nella profondità azzurrina

Controcorrente

immagine
antagonista nel tempo
ama meditare contrapposta scelta
sgattaiola nella via traversa
in quell'ambito traguardo
di verdi chiome e spighe odorose...
nel sorso prelibato
pregusta l'opzione alternativa
enfatizzata da un lemma solitario di sole

Percezioni d'amore

amore
si insinua sottilmente sull'epidermide
il tuo sguardo gelido
quasi a provocare una sonorità lacerante
inequivocabili impulsi dolorosi
subdoli assecondano quell'entità spigolosa
sapientemente congelata
nel chiostro delle emozioni
pronta a elargire inspiegabili turbolenze

Instabili scenari

instabili
non sempre è facile sconfinare
al di là di instabili scenari
ritoccando quel progetto sottopelle
che accarezza intricate linee dell'anima
addomesticate da sempre
a elargire doni d'amore di gran portata
in quella inaspettata scarna ricompensa
caduta in un baratro svuotato di scivoli di sole

Geometria spigolosa

volto
nella salita di braccia estatiche
rese slanciate da occhi di fiera
congolano drastiche evoluzioni di parole
raggirate nel complesso labirinto intellettuale
s'arroga la mente infinita sapienza
nei concetti esposti con rigidità
visione unilaterale che non lascia intravedere
l'insorgere d'abboccati sapori

Blu cobalto

blu
mentre astratti sortilegi dell'ego
volteggiano in una dimensione metafisica
presagi e dolci sogni
mormorano sottilmente sembianze incorporee
quand'ecco una prece emotiva e instabile
a far scalpitare la forgia d'un credo sopito
(trasporto d'amore tessuto in un sorso di spiritualità)

Figlio

figlio
nell'intermittenza di pensieri fluidi
s'ampliano setosi spiragli
in quel taglio di luce immensa
che da sempre enfatizza l'involucro di madre
volta a immaginifiche meraviglie
d'una proiezione illuminante
l'estendersi del suo ego
in un'interpretazione che pulsa

L'assolo

ballerina
erizza sulle punte
la fluidità dell'anima
scivolando con lo sguardo
sul talamo del vento
piroettano sampietrini lucidati dall'acqua
nei sensi alla deriva
traghettano un talentuoso petalo d'aria
nell'assolo musicante agile movenza di vita

Abito d'amore

mimosa
lussureggiante alito di mimosa
in un carezzevole cilestrino primaverile
soffonde anelante madrigale
immerso in setosi grappoli di sole
quel travisante stormire di foglie
interrotto dal garrire d'esili creature in volo
dischiude un capriccioso refolo
smuove docili onde

Petali di rosa

petali
alchimista d'infusi afrodisiaci
mi fai annusare madida essenza di te
inebriante sapore d'amore
in quel battito di primavera
al sapore di petali di rosa
quasi mi ghermisce
il tuo banchettare con foga su fianchi sinuosi
convoglia in una silenziosa discesa
nell'apnea che serro

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 3135 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Raggiodiluna
  • Ardoval
  • Gigigi