AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di stellasenzacielo

Antologia!

Ciao a tutti,
recentemente sono stata a Roma per assistere alla presentazione della nuova antologia della "Giulio Perrone Editore". E' una raccolta di poesie e narrative creata con il materiale inviato (e segnalato) dal concorso <<Cose a parole seconda edizione>>da cui ne trae il titolo. Contiene anche una mia intitolata <<Se sei o non sei>>, già pubblicata su Rosso tempo fa.
Per chi fosse interessato a dare un'occhiata può sbirciare sul sito Giulio Perrone editore, o comprare l'antologia al costo di 15 euro. Penso ne valga la pena, da occasione di conoscere nuovi autori emergenti, un po' come noi.
Un abbraccio caloroso a tutti,
Stella

Divieto

Il sole non si può
guardare
Il sole non lascia intravedere
il suo volto
vero.
-Cosa nasconde?-
Si cela in lui
il segreto che
nessuno scoprirà
fino a quando
l'ultimo respiro della Terra
verrà a mancare.
-Quando dunque?-
L'impaziente
s'uccide
per placare un po' d'attesa
infima e placida.
 

Confini

"Ho cercato un segno, ho cercato un cuore in un Mondo troppo buio."
Amo questa frase.
Forse perchè mi rappresenta in tutto e per tutto o forse perchè così comicia una canzone dei Guns and Roses. Che vuoi che ti dica? La musica è la mia vita, ed io la vivo! Axl Rose diceva sempre <<è difficile far durare una candela sotto la fredda pioggia di novembre.>> e ha ragione. Cavolo, se ha ragione. Questo Mondo è buio! E allora sai che ti dico?
-Illuminalo-
In quanto alla candela,  non so, amico. Non so nulla. Posso solo provare a brillare un po'.
Ma sono troppo in alto. Sono solo una piccola stella ai confini inesistenti di un fottuto Universo.
 

Tra sogno e realtà

-La realtà può uccidere-
 
Quando
il razionale
si unisce al surreale,
il rumore occasionale
alla melodia più segreta,
nasce una poesia.
Tra sogno e realtà
vive un'incomprensione.
 
-Il sogno può illudere-
 

Lo so.

Si nasce con un sorriso
e si muore
con una coscienza.
 

L'incontro tra Elena e Paride

<<Elena (prefazione):
"Oh Paride,
vieni a rapire la tua Elena
in un dì senza sole.
Ti aspetto amore mio,
vivrò sotto il tuo incantesimo,
sfiorami con un tocco
le guance
e sarò tua.">>
-La conoscenza-
Paride:
"Ecco s'erge all'orizzonte
un nobil destriero.
Il fiero cavaliere cavalca al tramonto,
dipinge dietro sè
ogni sorta di incantevoli sfumature.
Arriva il suo splendore,
illumina la Grecia possente,
brilla notte e dì
la stella di Paride."
Elena:
"Menelao m'ha tradita anch'oggi.
Non si fa veder da ore ed ore,
io in pena per lui ad aspettar,
finisco per parlar con Luna e Sole,
unici miei compagni."
(Comincia lieve il pianto di Elena, che culla tutta Sparta, che apre ogni cuore.)
"Povere le mie lacrime,
sprecate per un bastardo
che di me
e della nostra terra non si cura.
Ho donato troppa fiducia a questo Mondo,
m'illudevo perfino d'esser felice.
L'ambizione, così pare, opera buona non è."
Paride:
"Destino mio feroce
come hai potuto farmi questo?
Paride il dannato,
ecco come mi chiamano alla mia patria!
Grecia, oh Grecia maestosa,
dimostrami il tuo splendore,
fammi incontrare una delle tue dee."
(Le luci rosee e dorate ben presto s'abbandonan al crepuscolo, che avido, non permette alle stelle di brillare)
Paride:
"Me misero, nemmeno il cielo mi vuol giovare, in questa notte senza luna.

Fate nel Vuoto

Nel vuoto a volte vedo un Mondo bellissimo.

Oro... sembra

L'alba si fa crepuscolare
ed il cielo plumbeo
quasi quanto me
se tu
guardi
con il tuo sguardo
dorato
.
Oro sembravi
Oro sembri e
Oro sembrerai,
se continui
a splendere così
.
Nessuno te l'ha mai detto
probabilmente
non sei informato
su come avvengono le cose qui
Mi spiace, non ho molta esperienza di questo Mondo
.
Ti posso insegnare quel che so,
seppur poco,
ti può servire
.
Ti dico solo stai attento
al Sole,
potrebbe esser geloso
del tuo sorriso
che rabbuia
da quanto luccica
.

Al paese delle meraviglie

-Sotto l'albero d'alloro sorge il segreto d'anni perduti-
 
A destra il nocciolo, un tempo era solo un germoglio, ora s'erge con forti radici nel giardino dell'eternità.
Il gelsomino sfiorito anche se primavera, s'accinge a raccontar storie che nella sua lunga e pacata esistenza ha accumulato.
Ed ecco laggiù, il tronco cosparso da funghi che dicevamo allucinogeni, che c'avrebbero potuto portare al Paese delle Meraviglie.
Ma solo ora capisco che io al Paese delle Meraviglie c'ero già. Eri tu la mia meraviglia, il mio stupore, la mia gioia nel aprire gli occhi esclusivamente per vederti ed immergerci in luoghi senza tempo.
Amico mio, fammi volare ancora.
 
-Sotto l'albero d'alloro sorge il segreto d'anni perduti-

Mele

 
Nell'aria c'è profumo di torta di mele che tra qualche anno sarà nostalgia.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 1722 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • gennycaiazzo