amore | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

amore

io con te

 io con te
colmo delle tue abitudini
la mia vita
 
aspettando una carezza
per respirare amore
 
mentre bagno di lacrime
la tua assenza
 
sentendo i silenzi
che colmano i giorni
 
amandoti
senza sapere perché
 
io con  te
 
e in un sogno
mi salvo l’anima

Il Dolce Dolore Della Tua Partenza

Il dolce dolore della tua partenza
già mi punge le membra affaticate
e mi spinge a superare la distanza
ricercando i tuoi fili nel mio cuore.

Poi mi adeguo al ritmo proprio della vita
e respiro con profonda distensione:
questo ciclo di noi due è senza fine
come tutto nella vita che ritorna.

Il tuo odore addosso e dapertutto
mi accompagna nella luce fra la gente
e col sapore del tuo corpo dentro me
mi addormento più sereno e fiducioso.

     loripanni

Dai

Fammi godere
-lei graffia -
e lui l'accontenta,
come può.

Dammi il paradiso
-lei prega-
e lui s'improvvisa
come sa.

Dammi il sogno
-lei implora-
e lui disegna strade,
come dovrebbero essere.

Dammi un dubbio
-lei grida-
e lui ne ha tanti,
come respiri.

Fammi di più
-lei trema-
e lui ci riesce,
come se fosse vero.

Tu Mi Puoi Lasciare

Tu mi puoi lasciare
come e quando vuoi
purché sempre mi riprendi.
Non m'importa quanto soffro

o se dissangui questo cuore:
so che quando tu ritorni
mi ridoni pienamente
vita e meta, gioia e senso.

     loripanni

Quanto Amore Sprecato

Quanto amore sprecato,
stille perse e disperse
d'energia primigenia
solo a te dedicata

e smarrita per sempre
se tu chiudi il tuo cuore
a chi solo t'invita
il week-end a Parigi!

     loripanni

Obsession

 

Image Hosted by ImageShack.us
.
E’ invisibile
la sottile linea
della tua follia
miss Sid
l’ossessione e il tuo tormento
della sua bellezza che di passione
cristallizza il tempo.
 
Immobile ed eteria
lei traspare
nell’acqua cheta dove Ophelia
senza respiro
nell’attesa
giace.
 
Ovattato
è il suo mondo ad occhi chiusi
e di morbido tepore
nell’inafferrabile danza del piacere
sensuale
al mondo torna.
 
Imperversa nell’apparenza
il ghiacciotemporale
che di goccespine bagna
quel poco che rimane
del suo malato amore.
 
Lei...
che dell’Amore era
dall’amore è abbandonata.
 
Affascina e cattura
col fuoco dei capelli e del suo cuore
ma dal mondo sfugge
e lenta si consuma
sulla dose di laudano
che di carezza senza cuore
lesta l’accompagna
alla temuta
e dolceamata morte.
 
tiziana mignosa
12 2008

Sei viva in me

 

È da quel che sento che traggo sempre parole nuove per te; e nuove sono anche le sensazioni che mutano volta per volta, tempo per tempo, ma lasciando sempre una solida base su cui andare. Come le acque di un fiume che passano sul letto ormai scavato nel tempo, come la luce del cielo azzurro che resta oltre le nuvole quando queste spingono ad una visione diversa della sua eterna consistenza, come il fondo del mare abisso senza tempo che guarda alla calma delle onde o alla furia della tempesta. Il mio progresso è affidato alla tua stabile capacità di restare nel mio pensiero, la mia coscienza ha da tempo assunto in essa una figura che porta la tua immagine concreta, reale e tangibile. La tua immagine è più vera di quella che appare dal nulla sul telo bianco di un film che resta fredda e senza colore. Tu sei viva in me ed io solo di te posso nutrirmi per vivere! Com’è dolce il tuo viso impressionato fisso sui miei occhi, ti muovi e parli con la voce stabile nel mio udito, ti esponi a me con tutta la tua bellezza diffusamente presente nella mia mente, prosegui il tuo cammino al mio fianco passandomi dentro e fuori congiuntamente al tempo e allo spazio. Debosciato, dissolto e dissoluto sarei se anche per un attimo mi si chiudessero gli occhi senza vederti! Povero, infelice e misero sarei se mi addormentassi senza sentirti dentro! Moribondo sarei se mi svegliassi e non avessi accanto al battito del mio cuore anche il tuo cuore.

 

Un anno di più

Un anno di più

E vorrei trascinarti qui
Vorrei sentire le tue mani, le tue labbra
Ancora un anno
Aggiunto a un altro senza te
Inferno e paradiso delle mie carni
Del mio cuore e dell'anima
 Tu sei lontano perso in un altro sogno
Perso tra altre carni
Oh si potrei detestarla
Ma come?
So cosa le dai
So cosa prova
Sei stato il mio ieri
Un ieri fatto di tenerezze, baci,
amore vero.
Quello che ti prende l'anima
E non lo cancelli nemmeno se ti calpesta
Sei stato il mio oggi
Quello fatto di attese infinite
Di pianti, di disperazione
 Chissà se davvero hai capito cosa eri per me.
Se non fosse così assurdo, potrei pensare che si forse lo sapevi.
Ma è stato meglio negarlo ,per evitare l'inevitabile.
O forse non l'hai mai capito
 Ed è stato solo un tuo cercare la vita in un respiro.
Un anno di più
E una cosa in meno
Tu!

Giallo Arancio Di Luce Alle Spalle

Giallo arancio di luce alle spalle
perle sfere di suono d'intorno
nuovamente mi libro nell'aria
come un tempo felice e lontano.

Ma è pesante il fardello del cuore
che nell'oggi riprende a volare:
è un macigno che schiaccia ed opprime
esalando fatica a ogni passo.

Questa testa non riesce a capire
i motivi per tanto soffrire,
questo cuore non sente ragioni
per mollare la presa ed andare.

Finché un'ansia di vita lo regge
il suo posto terrà nella pugna
senza arrendersi e sempre anelando
di riavere la gioia promessa.

     loripanni

Gli oggetti e i ricordi

Image Hosted by ImageShack.us
(sulle note di “Beyond the invisible” Enigma)
.
Solo quando il presente
soffia i veli all’apparenza
ti ritrovi a fronteggiare
l’autentico rintocco del tuo cuore.

Levita lì, nel centro esatto il tuo tormento
dove il grigio e il rosa si condensano
come fa l’adesso con l’allora
anche quando senza volere paragona.

Ma ogni volta che il dolce lembo dell’andato afferri
e con rabbia lo scaraventi giù per terra
una parte di te si spezza ancora
muore alla voglia che ti consuma.

E a nulla serve dalla tua vista allontanare
ciò che ti reca altro male ancora
- quando sai bene -
che ogni vissuto pieno
prezioso giace
nel cantuccio più segreto del tuo cuore.

tiziana mignosa
03 2009
 


Beyond The Invisible - Enigma

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2804 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Bowil
  • ferry