amore | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

amore

i lati dell’Amore - (duetto in mi maggiore – agitato)


 
fork, 1990 - antony luzi
i lati dell’Amore - (duetto in mi maggiore – agitato)
 
sarà morire di dolce sonno piano piano
negli angoli bui degli stretti corridoi
del tempo che brucia di occhi stanchi
di un tempo fatto a deserto di paura
nelle gocce di un miele troppo amaro
che sgorga dalle ferite del mio sole
nei termini della chimica delle stagioni
perché ti amo senza saperti amare
di un amore che mi squarcia le carni
violando attraverso i sogni ogni difesa
mentre poso le dita sulle tue magie
con il virtuosismo del vorticoso pianista
consolandomi della fine di tutti i mondi
sarà morire di disprezzo piano piano
appesi ai soffitti di un’eterna sofferenza
con le corde ben tese a ciglia di ragno
nelle lame che confinano con il cuore
colorando palpiti dei rivoli del sangue
nei vortici dove perdersi nei segreti
della curiosità d’incandescenze terrene
perché ti amo nel dolore di conoscere
di un amore che mi annuncia il buio
nel volo dei pipistrelli dove mi racconto
provando ad aprire tutte le serrature
al centro naturale del pensiero libero
di una musica che sconvolge la poesia
sarà morire di solitudine piano piano
concreti nelle dimostrazioni d’affetto
semplicemente come pietre da scagliare
folgori nude che feriscono mortalmente
nei sapori finali delle ambigue reliquie
raccolte nei secoli di ottima formazione
confusi o nascosti tra pieghe di coscienza
perché ti amo consapevole di ferirti
di un amore che diventa arma infallibile
nelle profonde caverne della desolazione
di queste mie ombre che spezzano le catene
ma che pure mi imprigionano di menzogne
sulle pietre dei gradini delle nostre cattedrali
sarà morire di misteri e scomodità piano piano
svegliandoci sudati nel cuore di ogni notte
dell’incertezza assoluta dell’avventura dei sogni
dove quando vincevamo vocazioni alla passione
noi unici a saper ritmare le coincidenze di vita
alla deriva di un viaggio che non sa aver inizio
ogni volta conosce la prepotenza di concludere
perché ti amo di danza frenetica sconveniente
di un amore senza più termini di paragone
nelle passioni dei milioni d’istanti che fuggono
perché gli istanti sono del tempo la sola verità
noi due che non siamo mai stati soltanto noi due
nel sacrificio infantile di una strada senza arrivo
sarà morire di incrostazioni di memoria piano piano
ascoltandoci nel vivo dei tremori e dei sentimenti
tu confusa tra i rami delle tenerezze e delle gioie
io nell’ospitalità del linguaggio di ghiaccio notturno
mentre apriamo i festeggiamenti d’esistenze avverse
nei fremiti severi delle uniche nostre città d’anima
dove ancora ci cerchiamo attraverso mani e bocche
perché ti amo semplicemente d’affanni piano piano
di un amore che si annoda di confronti e cattiverie
costruito come la torre delle sfide e dei duelli
affondando nei rumori più assordanti e nei silenzi
nella prospettiva dell’errore del giorno della creazione
dove l’ amore trova il coraggio di farsi concretezza

I love Paperino

 

Il giorno inizia da ieri,
il tempo è relativo ma scorre,
io senza te una tristezza infinita,
però ti penso.
Sono sempre le stesse frasi.
Ok ma dimmele lo stesso.
Credo di amarti.
Cos'è l'amore?
Per me sei tu.
Hai voglia a far passare cinque anni.
Poi chi lo sa se ci annoieremo.
Intanto nel dubbio,
ti amo tanto.

Continuo A Svegliarmi

Continuo a svegliarmi
la notte nel letto
continuo a cercarti
nel buio qui accanto.

Insisto, ed aspetto
tue brevi parole
di sera al mattino
e in ogni momento.

A volte ti trovo,
in giro nel mondo,
in un letto che m'ami

a volte ti leggo,
nel mondo virtuale,
in parole d'amore.

     loripanni

Piazza della Rotonda

Image Hosted by ImageShack.us
 
S’affacciano sulla bellezza
le scorticate bocche dei muri
ennesima è la copia del giorno
che a fatica si consuma.
 
Pigre sbadigliano
sull’aria e il suo tepore
che di me scalda tutto
immemore del cuore.
 
L’avvicendarsi della vita origliano
chine di stupore
coi veli del presente celano
orme ormai lontane.
 
Teneri ricordi
tra sole e schizzi d’acqua in controluce
allegri zampilli
rincorrono sfuggevoli idee un po’ bizzarre.
 
Amate briciole
di pianto e riso raccattato
è ciò che rimane
nel forziere profanato.
 
tiziana mignosa
09 2008

Col Cuore Cauterizzato

Col cuore cauterizzato
dall'essere immerso in altrove
scivolo lieve nei giorni
come se tutto fosse normale.

Ma qualcosa mi turba e mi scuote
squilibrando il mio falso sentire
e pian piano riprende a bruciare
quel dolore che sanguina lento.

Poi l'assenza totale di senso
nella sorte che è stata decisa
mi sconvolge come un pugno sul naso
che m'acceca e mi schianta per terra.

E di nuovo son secchi i miei sensi
e mi ritrovo relitto disperso,
cui nessuno più bada né cura,
insensato come troppo nel mondo.

     loripanni

Solo adesso

 

Image Hosted by ImageShack.us
 
(Sulle note di “La vida ed bellas” di Ernesto Cortazar)
 
A te
anima errante
che vaghi
ad occhi chiusi
mentre respiri gioia
solo a tratti
dentro il caldo abbraccio
dell’amore immaginato.
 
E’ solo sogno
adesso
solo ora
è irraggiungibile desio
mentre attraversi gli scoscesi crinali della vita
che svettano scivolosi
su questo cielo
dipinto d’azzurro passione.
 
Invaghita
della vita e della sua bellezza
in essa ti trascini
con gli occhi gonfi
e il cuore vuoto
colmo solo
di bellissimi sogni.
 
Ma è solo adesso
devi crederci
è solo ora
poi sarà diverso.
  
tiziana mignosa
10 2008
.
Dedico questa poesia a Elena, anima dolce, amica mia da e per sempre.
 

io con te

 io con te
colmo delle tue abitudini
la mia vita
 
aspettando una carezza
per respirare amore
 
mentre bagno di lacrime
la tua assenza
 
sentendo i silenzi
che colmano i giorni
 
amandoti
senza sapere perché
 
io con  te
 
e in un sogno
mi salvo l’anima

Il Dolce Dolore Della Tua Partenza

Il dolce dolore della tua partenza
già mi punge le membra affaticate
e mi spinge a superare la distanza
ricercando i tuoi fili nel mio cuore.

Poi mi adeguo al ritmo proprio della vita
e respiro con profonda distensione:
questo ciclo di noi due è senza fine
come tutto nella vita che ritorna.

Il tuo odore addosso e dapertutto
mi accompagna nella luce fra la gente
e col sapore del tuo corpo dentro me
mi addormento più sereno e fiducioso.

     loripanni

Dai

Fammi godere
-lei graffia -
e lui l'accontenta,
come può.

Dammi il paradiso
-lei prega-
e lui s'improvvisa
come sa.

Dammi il sogno
-lei implora-
e lui disegna strade,
come dovrebbero essere.

Dammi un dubbio
-lei grida-
e lui ne ha tanti,
come respiri.

Fammi di più
-lei trema-
e lui ci riesce,
come se fosse vero.

Tu Mi Puoi Lasciare

Tu mi puoi lasciare
come e quando vuoi
purché sempre mi riprendi.
Non m'importa quanto soffro

o se dissangui questo cuore:
so che quando tu ritorni
mi ridoni pienamente
vita e meta, gioia e senso.

     loripanni

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 6 utenti e 2729 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • sapone g.
  • Antonio.T.
  • Salvatore Pintus
  • Gigigi
  • Rinaldo Ambrosia
  • ferry