fantasy | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

fantasy

Risparmio energetico

Ma dimme te. Ma lo sai che il Monte Bianco è cresciuto di due metri è arricato a mt. 4810,90?. Beato lui. Escludendo che sia un fatto ormonale, se no gli spuntavano anche le tette, come la mettiamo? Dicono che sia un accumulo di ghiaccio. Ma il pianeta non si stava surriscaldando? Qui non si capisce più 'na mazza. Neanche sulla temperatura della Terra riescono a mettersi d'accordo. Però continuano a romperci gli sferisteri con 'sta storia del risparmio dell’energia. Noi facciamo di tutto. Chiudiamo i rubinetti quando ci laviamo i denti e ci facciamo venire la schiuma alla bocca come i dobermann, le lavatrici girano di notte come i carbonari per la gioia del vicino, mettiamo le lampadine a basso consumo che quando le accendi per un quarto d’ora ti sembra di stare in una stalla, e chiudiamo il frigo quando ancora abbiamo mezza mano dentro a costo di tranciarcela via per non lasciare il frigo aperto. Però qualcuno mi deve spiegare, mi deve dare un motivo del perché, nelle città si lasciano interi grattacieli di uffici accesi per tutta la notte e nessuno dice un belino di niente. Non c’è uno che fa una piega. Torrioni accesi a giorno. Luminarie da casinò di Las Vegas. Con un computer ad ogni scrivania acceso pure quello. Ma che ci vuole a obbligare gli uffici a spegnere le luci? E già che ci siamo, a installare le lampadine a basso consumo? Ci avete fatto venire due lampadari di Murano così, con le «basso consumo » e poi? No, perché io posso anche leggere a letto solo alla luce del lampione di sotto per risparmiare energia, ma se poi mi sta completamente acceso il grattacielo di fronte mi sento lievemente preso per il lato B. E i frigoriferi dei supermercati? Ne vogliamo parlare? Che fa un freddo che neanche in Alaska lo vedranno mai? Che se tu passi per il corridoio degli yogurt ti devi mettere il passamontagna e le moffole e arrivi alla cassa coi baffi pieni di brina? Non è spreco di energia anche quello? E’ il caso di tenere le mozzarelle alla temperatura degli igloo? Mi chiedo. Che se compri un etto di burro poi per cucinare devi stirarlo altrimenti ti tocca tagliarlo con la motosega? Ci sono frigoriferi a banco lunghi sessanta metri. All’altezza dei salami ti comincia a colare il naso, ai latticini hai la punta delle dita blu, davanti alla pasta per le pizze cominci ad avere la broncopleurite, quando arrivi al latte fresco e yogurt hai tutti i sintomi del congelamento e mentre il pisello sbatacchia sui lampioni al suon di bianco natale, ti butti sul girarrosto coi polli che sfrigolano perché ti sembra di entrare in una baita al caldo. Ma mettete una porta a 'sti ca..voli di frigo. Che consumano un lago artificiale di corrente al giorno. E i led luminosi che noi dobbiamo spegnere pena la distruzione del pianeta? Quegli occhietti rossi che ci guardano dalla sala? Noi li spegniamo, sì sì. Poi andiamo al super e ci sono 42 televisioni accese che trasmettono tutte lo stesso programma. Questi non sono sprechi di energia, cari politici miei? I ca..voli sono due. O cercate di risolvere in qualche modo la questione o se no dite.. il risparmio energetico era una delle solite nostre ca..volate, fate pure quel che volete, usate il laser per tagliare il salmone e lavatevi i denti nella vasca da bagno che tanto a noi proprio non ci frega niente.

carnevale a Venezia

[img_assist|nid=12508|title=|desc=|link=popup|align=left|width=150|height=200]A Venezia ha inizio il carnevale, una manifestazione che coinvolge l'intera città...
 

Miraggi (Ultime luci)

[img_assist|nid=12257|title=|desc=|link=popup|align=left|width=108|height=200]Ricordo quella domenica come fosse adesso.

perversa

All'età

All’età della mia ultima impresa, forse
le rotule avrebbero fatto una secca giravolta
astraendo il disequilibrio
il perso

Alla ricerca di Gatto (io, Alice e il Gatto, ritorno al futuro)

 Non mi ha creduto, ma soprattutto non mi ha perdonato di non avere posto attenzione a Gatto e di essermi fanciullescamente trastullato con un manipolo di formiche isteric

Cara Alice, volevo dirti...(io, Alice e il Gatto quarant'anni dopo)

Non so se fossero le stesse, non credo. Anche queste marciavano ordinatamente incolonnate al ritmo e agli ordini di un istinto superiore che le guidava.

Un amico dal manto grigio

Reby aveva percorso a perdifiato sentieri a lei sconosciuti, inciampato sui sassi su cui aveva rischiato di cadere più volte, ma ora si sente al sicuro.

L'isola di Peter Pan

 
[img_assist|nid=10752|title=|desc=|link=popup|align=left|width=200|height=111]
 
 
 
 

Io, Alice e il Gatto

Distratto osservo una marcia ordinata di formiche incolonnate come soldatini dirigersi verso un buco del terreno per sparire poi improvvise come inghiottite da un vortice nasco

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2434 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • Catilina
  • Gigigi