nonsense | Tags | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

nonsense

Tetragonia


Faccio il solitario con le carte
e vivo solitario senza rischio
sfoglio distratto il mazzo dei pensieri
ed ogni volta a lungo lo rimischio

ho un vangelo pur'io, ben nascosto, nella tasca interna del mio respiro (al cane che mi vive dentro, amando travestirsi da lupo)

scrivo di frusta sul mio corpo
frasi che si devono cancellare
smarrirsi tra i canali di una pelle antica
che suona e canta da tamburo
nelle notti sempre più atroci del buio
in un dispetto che è maleficio
pozioni proibite di un nuovo testamento

Il vuoto

Il vuoto non si descrive

non ha argomenti

31- non penso

Il lavoro del fuoco

Ricordo
Le tue labbra
bastimenti in partenza,
sospese nel vuoto.
Era il giorno dell'addio. No, le parole non servono. Tuttavia descrivono la fine di ogni cosa.
Eri il lavoro del fuoco. La regina di una miriade di bozzoli di farfalla.

Ascoltati silenzi

Da dentro me, ascoltati

silenzi, bussi

che rimbalzano.

Il giorno

chiedeva verità di parole fattuali

troppo tarde,

per risplendere

argenti

tutti macchiati d'oro.

 

Per l'esterno, piatto ormai

come un foglio

non si riesce ad uscire.

pensieri sciolti in un abbraccio vero

pensieri che urlano nel silenzio
implorando di non essere ignorati
e canape intrecciate a stringersi
aggrovigliandone il senso più intimo
a confondere le carte
dei torti e le ragioni
di noi poveri cristi
in cerca disperata di un senso vero
che ti faccia palpitare d'emozione al mattino

Esperimento surreale 2

Esperimento surreale 2

Apro le forme
sotto pennelli invecchiati
e le linee si dividono per due.
Cerco oggetti nascosti
e piango la gioia
mentre rubo alle ore del mattimo
il sole...
Scendono le ciglia
come sipario antico
e libero dalla luce il cielo.

 
 

Oceano di tempesta

S’un oceano di tempesta
ho nuotato e nuotato,
ingoiando sale e acqua,
le mie membra si ostinavano
ma erano ossute …
e poi sono annegato.
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2126 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • luccardin
  • Rinaldo Ambrosia