Rosso Foto per pubblicare, condividere le nostre fotografie digitali

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Henri Cartier-Bresson

 

 
 
Henri Cartier-Bresson è stato spesso definito l’occhio del secolo: nessuno come lui ha saputo condensare nella sua vita e negli anni di intensa attività fotografica e artistica, un’osservazione sempre puntuale e profonda, attenta e originale, sul mondo intorno a sé, i protagonisti, gli avvenimenti principali ma anche i piccoli, apparentemente insignificanti ma densi di vita.

clicca per ingrandire
   
   
Henri Cartier-Bresson (Chanteloup, 22 agosto 1908 – L'Isle-sur-la-Sorgue, 3 agosto 2004) è stato un fotografo francese, da molti considerato il padre del fotogiornalismo.

clicca per ingrandire
   
   
Inizialmente disinteressato alla fotografia. Solo più tardi, nel 1930, durante un viaggio in Costa d'Avorio, per via della sua continua ricerca di immortalare la realtà, comprò la sua prima macchina fotografica, una Leica 35mm con lente 50mm che l'accompangnerà per molti anni.

clicca per ingrandire
   
   
Durante la Seconda Guerra Mondiale, Cartier-Bresson entra nella resistenza francese, continuando a svolgere costantemente la sua attività fotografica.

clicca per ingrandire
   
   
Fotografare è riconoscere nello stesso istante e in una frazione di secondo un evento e il rigoroso assetto delle forme percepite con lo sguardo che esprimono e significano tale evento. È porre sulla stessa linea di mira la mente, gli occhi e il cuore. È un modo di vivere. (Henri Cartier-Bresson)

clicca per ingrandire
   
   
Non è la mera fotografia che mi interessa. Quel che voglio è catturare quel minuto, parte della realtà. (Henri Cartier-Bresson)

clicca per ingrandire
   
   
La macchina fotografica è per me un blocco di schizzi, lo strumento dell'intuito e della spontaneità. [...] Le fotografie possono raggiungere l'eternità attraverso il momento. (Henri Cartier-Bresson)

clicca per ingrandire
   
   
Fotografare è trattenere il respiro quando le nostre facoltà convergono per captare la realtà fugace,la fotografia è un'azione immediata. (Henri Cartier-Bresson)
nude_1
clicca per ingrandire
   
   
La fotografia porta Henri in molti angoli del pianeta che gli daranno fama mondiale. Cartier-Bresson divenne il primo fotografo occidentale che fotografava liberamente nell'Unione Sovietica del dopo-guerra.

clicca per ingrandire
   
   
Nel 1979 viene organizzata a New York una mostra tributo al genio del fotogiornalismo e del reportage. Nel 2000, assieme alla moglie Martine Franck ed alla figlia Mélanie crea la Fondazione Henri Cartier-Bresson, che ha come scopo principale la raccolta delle sue opere e la creazione di uno spazio espositivo aperto ad altri artisti

clicca per ingrandire
   
   
Nel 2002 la Fondazione Hanri Cartier-Bresson viene riconosciuta dallo stato francese come ente di pubblica utilità.

clicca per ingrandire
   
   
Muore a Céreste, (Alpes-de-Haute-Provence, Francia) il 3 agosto 2004, all'età di 95 anni.

clicca per ingrandire
   

 

- Fotografie:  Fonte web
- Testi: Testi: Wikipedia ed altri siti Web.

- Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano - Rosso Foto
- Direttore di Rosso Foto:  Paolo Rafficoni
- Supervisione:  Manuela Verbasi
- Editing:   Cristina Desogus, Anna De Vivo

 

- Le immagini che sono presenti nel blog sono coperte dalle vigenti normative sui diritti d'autore, ne è vietato il loro utilizzo in qualsiasi forma e/o scopo. Chi trasgredisce a quanto sopra è perseguibile a termini di legge. Si può fare richiesta di utilizzazione scrivendo direttamente agli autori o alla redazione di Rosso Venexiano Rosso Foto. Le immagini sono visibili a tutto schermo cliccando sulle stesse.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1436 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry